Utente 517XXX
Buongiorno gentili dottori, scrivo per un dubbio. Mia zia, 79 anni, 2 mesi fa a seguito di occlusione intestinale viene sottoposta ad intervento di resezione di segmento intestinale di 16 cm per presenza di neoformazione substenosante di 6, 5 cm, intervento non riuscito e complicato dopo 4 giorni da peritonite acuta diffusa e perforazione dell'intestino che obbligano ad ulteriore intervento di urgenza con emicolectomia destra e realizzazione di ileostomia.
Dopo settimane di terapia intensiva la situazione è in netto miglioramento, la gestione della stomia non ha dato problemi, solo che oggi, dopo 2 mesi, mia zia dopo aver avvertito lo stimolo, ha defecato senza nessun fastidio anche dall'ano (parliamo di una quantità simile alla lunghezza di un dito). In attesa di sentire il chirurgo impegnato in sala operatoria, volevo chiedervi se secondo la vostra esperienza questa è un'eventualità comune o se al contrario ci potrebbe essere qualcosa che non va come dovrebbe.
Come sempre vi ringrazio anticipatamente per le risposte che potrete darmi.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
È possibile!
Potrebbero essere feci residue nel colon sinistro nel caso di iliestomia terminale, o materiale fecale che può passare. nel caso sia stata eseguita una resezione del colon destro con ileostomia a protezione di una anastomosi ileocolica.
Tranquillo.
Chiarisca con il collega che ha operato o mi invii la descrizione dell' ultimo intervento.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 517XXX

Dottor D' Oriano la ringrazio molto per la risposta. Guardi, tutto ciò che si evince dalla documentazione in mio possesso, fatta eccezione per quella istologica che qui forse non interessa, è :
30/08/2019 Resezione del colon trasverso
04/09/2019 Laparotomia esplorativa
04/09/2019 Emicolectomia destra
04/09/2019 Ileostomia, SAI.
Da quello che può notare, a distanza di pochi giorni dal primo intervento di resezione del colon trasverso è stato necessario intervenire nuovamente perchè i punti che univano l'intestino ricucito ( perdoni le mie espressioni ) hanno ceduto , creando una grave infezione con peritonite acuta diffusa e perforazione dell'intestino, motivo per cui poi è stata confezionata una ileostomia.
Sono in attesa di ritirare la cartella clinica completa .
Comunque la diagnosi dell'istologico si riassume in un Adenocarcinoma moderatamente differenziato (G2), con aree di necrosi intratumorale, infiltrante focalmente il cellulare adiposo periviscerale.
Invasione vascolare:non evidente.
Invasione perineurale: non evidente.
Infiltrato linfoide peritumorale: lieve.
Budding tumorale: minore 9 focolai di budding.
Metastasi in 1/6 linfonodi repertati.
Margini di resezione chirurgica ed omento esenti da neoplasia.
Ancora grazie per la sua disponibilità.