Utente 493XXX
Salve, da due anni circa convivo con una marisca di ridotte dimensioni (non pendula) che si è presentata dopo un episodio emorroidario curato per qualche giorno con pomate (es.
proctolin).
Dal punto di vista di dolore, bruciore ecc... non ho più avuto problemi da quell'episodio, quindi da anni, salvo il fatto che tre giorni fa si è ripresentata un'emorroide accompagnata da lievi fastidi che sto attualmente curando sempre con proctolin.
Dal momento che vorrei asportare la marisca (nonostante non mi abbia mai provocato bruciore o dolore è da tempo che penso alla rimozione, le motivazioni sono puramente estetiche visto che la sua presenza mi crea disagio durante i rapporti) vorrei sapere:
- Dato che dovrò prima risolvere la situazione delle emorroidi, una volta prenotata una visita da un proctologo sarà necessario effettuare una rettoscopia?

- E' consigliabile prenotare una rettoscopia presso un ospedale per poi presentare il referto al proctologo-chirurgo privato da ho intenzione di recarmi che valuterà se procedere alla rimozione della marisca (riducendo così i costi dell'esame) oppure è necessario che la rettoscopia venga eseguita dallo stesso medico che eseguirà (eventualmente) l'intervento?

- l'intervento di rimozione della marisca è un intervento invasivo e doloroso?
Presenta alte probabilità che la marisca si ripresenti?
I tempi di guarigione post intervento sono lunghi?

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La rettoscopia non e' indispensabile, non e' doloroso , un poco fastidioso ma non lungo il post operatorio. Non si riforma ma possono formarsene altre. Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it