Utente
Buongiorno cari Dottori,
ho 54 anni ed espongo un problema che si manifesta saltuariamente da diversi mesi.

Premetto che vado di corpo regolarmente e senza particolari sforzi.
Accade però, soprattutto in alcuni periodi, di avvertire per pochi secondi un senso di bruciore in zona anale, in coincidenza con la dilatazione cui l'ano ipermette il passaggio delle feci.
La sensazione è quella che durante la dilatazione e solo in quel frangente, una serie di piccoli aghi mi pungessero in rapida successione intorno all'ano.
Questo avviene più spesso con feci dure e in tal caso, anche se meno frequentemente, osservo anche tracce di sangue sulla carta igienica e più raramente anche qualche stria di sangue sulle pareti delle feci.

Nella piena consapevolezza di non poter rilasciare diagnosi senza un'osservazione diretta e nell'attesa di una visita proctologica, si può abbozzare un'ipotesi su quale possa essere il motivo più probabile di questo problema, ragadi, emorroidi o altro?
Grazie infinite.

[#1]  
Dr. Roberto Dino Villani

24% attività
16% attualità
16% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MILANO (MI)
PESCARA (PE)
MODENA (MO)
SASSUOLO (MO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
Molto probabilmente si tratta di una o più piccole ragadi. Cerchi di mantenere le feci morbide, non stazioni troppo sul water ed usi una pomata per ragadi, possibilmente non al cortisone e si sottoponga poi a visita proctologica
Dr. Roberto Dino Villani
Direttore U.O. Complessa
Chirurgia Proctologica e Riabilitazione Pavimento Pelvico
Nuovo Ospedale Civile di Sassuolo (MO)

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta dott. Villani. Per la pomata può andar bene il proctolyn?

[#3]  
Dr. Roberto Dino Villani

24% attività
16% attualità
16% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MILANO (MI)
PESCARA (PE)
MODENA (MO)
SASSUOLO (MO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
No, meglio una senza cortisone e contenente NIFEDIPINA
Dr. Roberto Dino Villani
Direttore U.O. Complessa
Chirurgia Proctologica e Riabilitazione Pavimento Pelvico
Nuovo Ospedale Civile di Sassuolo (MO)

[#4] dopo  
Utente
Dottore, nel continuare a ringraziarla per la sua cortese disponibilità, vorrei sapere per un soggetto che fa uso di betabloccante (nel mio caso bisoprololo 2,5mg al dì), è in generale possibile ugualmente l'assunzione topica di nifedipina o è preferibile un altro principio attivo?
Ovviamente dovrei chiedere al mio medico di base, comunque mi piacerebbe anche un suo autorevole parere. Grazie ancora.

[#5]  
Dr. Roberto Dino Villani

24% attività
16% attualità
16% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MILANO (MI)
PESCARA (PE)
MODENA (MO)
SASSUOLO (MO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
Credo non ci siano problemi, ma chieda al Curante
Dr. Roberto Dino Villani
Direttore U.O. Complessa
Chirurgia Proctologica e Riabilitazione Pavimento Pelvico
Nuovo Ospedale Civile di Sassuolo (MO)