Utente 138XXX
Gentile Dottore, sono un ragazzo di 29 anni.
Da anni soffro di Dermatite Seborroica solo al viso che riesco a tenere sotto controllo, grazie a vari consulti dermatologici, con antimicotico e crema idratante, nonostante l'ultimo sfogo sia stato particolarmente violento a causa della mia volontà di curarmi con acqua termale di Telese, evidentemente troppo aggressiva per me (il viso sembrava aver subito un'ustione)!
Da questa estate pero', con l'abbronzatura, ho notato delle evidenti discromie sul viso, parti piu' scure e parti piu' chiare in particolare (e non solo) nelle zone colpite dalla dermatite seborroica quindi solo sul viso. Si tratta sia di macchioline (sul mento) che di zona abbastanza estese (lati della faccia, guance) senza prurito.
Ora il problema si ripete dopo qualche lampada abbronzante.
La cosa che mi incuriosice e al tempo stesso mi rende dubbioso e che nonostante abbia fatto notare queste discromie a tutti i dermatologi interpellati, nessuno ha mai dato importanza alla cosa, dando importanza solo ed esclusivamente alla cura della dermatite seborroica.
Sono una persona abbastanza ansiosa.
Detto cio' Le chiedo: possibile che siano esiti post infiammatori da dermatite seborroica? oppure, in associazione a questa, posso aver "contratto" la Pitiriasi Alba? Se sì cosa mi consiglierebbe?
Sarei disposto molto volentieri a farmi visitare da un ulteriore dermatologo se lei me lo consigliasse, pero' sarebbe molto gradito cmq un Suo parere non vincolante dato che questo problema sta turbando la mia tranquillità e la mia pazienza!
Cordiali saluti. La ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente,

la pitiriasi alba faciei et corporis, non si contrae ma è una condizione eredo familiare, di natura quindi genetica legata alla atopia, altra condizione genetica e benigna.

Da questa sede non possiamo aggiungerer null'altro di serio, ed il miglior consiglio da offrire è quello di tornare dal dermatologo e fare a lui le domande che le creano dubbio: sarà egli a chiarirle la diagnosi in modo corretto

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 138XXX

Grazie per la gentile risposta.
Secondo Lei le macchie piu' chiare sul viso possono essere esiti di infiammazione (nel mio caso di dermatite seborroica) oppure potrebbe essere una condizione naturale della mia pelle (che avrei avuto cmq nel corso della vita anche senza alcuna dermatite)?
Nell'attesa di una risposta ho già avuto cura di prenotare una visita dermatologica, nella speranza che il medico non mi dica, anche questa volta, che non vede alcuna macchia (come se fosse solo immaginazione).
La ringrazio in anticipo,Cordiali saluti.