Balanopostite aspecifica

buongiorno dottori vi riporto il mio caso:
sono un uomo di 32 anni e da circa 2 mesi sono affetto da balanopostite la cui natura credo sia ancora incerta. premetto che non ho rapporti a richio ma dato che con mia moglie stiamo cercando di avere un figlio abbiamo rapporti frequenti nel periodo fertile e siamo costantemente monitorati su una serie di aspetti. in piu sono donatore e ho donato proprio qualche giorno prima di questo problema ed i valori erano regolari.

il problema è nato dapprima con un arrossamento della punta del glande (con bruciore durante la minzione) per poi estendersi in maniera irregolare al resto del glande (senza elementi in rilievo o pruriti). dato che in passato nel periodo estivo mi è capitato di essere soggetto a candida ho applicato del canesten.
dopo alcuni giorni visto che il quadro non cambiava ho fatto una prima visita dal dermatologo-venerologo.

in questa sede mi è stata riscontrata una balanopostite seborroica (non sono un soggetto seborroico in genere) consigliandomi sciacqui con bicarbonato ed il proseguimento con canesten.

dopo 15 giorni di trattamento visto il persistente rossore ho contattato un secondo venerologo il quale mi ha fatto fare i tamponi uretrali (clamidia e micoplasmi) risultati negativi e mi ha diagnosticato una balonopostite "aspecifica" (quindi nn si sa di che natura) dandomi: lavaggi con oil free attivo, 2 giorni a settimana Elocon pomata e 5 giorni Osmin Idra (sostituito in questi giorni con Essex pomata perche mi dava parecchio bruciore e sembrava quasi peggiorare il rossore).

la situazione è stazionaria, ho bruciore alla minzione mattutina (il resto del giorno no) e durante il giorno ho un po di prurito al glande. il rossore glande e prepuzio persistono con un principio lieve di fimosi (già dal principio avevo questo quadro).
alcune volte sembra ci siano i puntini in rilievo altre volte no (forse dovuto al continuo applicare pomate)

aiutatemi a capire meglio il mio quadro perche non so davvero cosa fare, sto valutando di andare da un terzo venerologo (ho già prenotato la visita con un primario a milano) ma non vorrei continuare a girare a vuoto.

in questo periodo di forte stress ho accusato i miei soliti problemi di emorroidi che credo abbiano infastitito un po anche la prostata, in quanto in concomitanza con il presentarsi del problema mi succedeva di avere minzioni frequenti e un lieve gocciolamento post minzione, non vorrei che la natura della balanopostite sia influenzata anche da questo e magari dall'urina.
ditemi de continuare con il venerologo o chiedere magari un consulto urologico
grazie mille

[#1]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 464 493
Gentile utente

le dico in poche parole il mio pensiero:

non credo alla balanite seborroica e ritengo che balanite balanopostite abbia una causa (veda il mio articolo)
http://www.latuapelle.org/rubriche/?art=15

cerchi questa diagnosi per la tutela della sua salute evitando applicazioni e terapie fai da te.

Dott Laino, Roma

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie per la prontissima risposta, avevo già letto in precedenza i sui articoli molto interessanti ed in questo periodo ho letto molti dei suoi post e le confido con sincerità che speravo proprio in una sua rispota anche se speravo in qualche indicazione in piu.

come vede è mia abitudine affidarmi agli specialisti infatti ho già fatto ben 2 visite specialistiche venerologiche (150 euro cadauno)e le cure in questione mi sono state indicate dai medici.
che idea si è fatto della situazione e delle cure? cosa posso fare per indagare piu a fondo il problema?
so che la rete non è una bacchetta magica ma permette di entrare n contatto con molte piu persone (in questo caso voi esperti del tema) e magari dissipare un po i dubbi.
in ogni caso domani ho prenotato un altra visita (altri 150 euro) sono molto confuso e preoccupato

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio