Utente 790XXX
Salve,
sono un ragazzo di 22 anni in seguito a un rapporto sessuale non protetto avvenuto con una partner occasionale, ho avuto subito dopo dei dolori acuti al pene (come una puntura di una ago)bruciore arrossamento del glande e del prepuzio inoltre riscontravo un continuo prurito. siccome ero all'estero appena arrivato in Italia sono andato al pronto soccorso per farmi visitare.
mi ha visitato prima il medico chirurgo che nel verbale ha scritto IPEREMIA DEL PENE IN CORRISPONDENZA DEL SOLCO BALANO-PREPUZIALE.
NON EVIDENZA DI SECREZIONI no disuria
mi ha fissato una visita per il giorno dopo con l'urologo, che mi ha visitato e praticamente mi ha detto che sicuramente è un infezione batterica e mi ha prescritto GENTALYN crema per 7 giorni.
allora gli ho chiesto se fosse certo che non fosse candida ma solo un infezione
perchè non l'ho visto molto sicuro nella diagnosi ( e praticamente non ho ricevuto una risposta) inoltre ho chiesto se si poteva fare un esame (tampone, prelievi etc.) per la diagnosi e se dovevo cambiare qualcosa nell'alimentazione e il medico mi ha risposto di no in entrambi i casi.
cosi ho usato gentalyn crema per 7 giorni applicato 2/3 volte al giorno per i primi giorni sempre applicato dopo lavaggi con un normale sapone intimo e infine solo 1 volta al giorno l'ultimo periodo tenendo conto che ho prolungato l'applicazione per 3 giorni.
durante i 10 Giorni di applicazioni il prurito e il dolore sono scomparsi successivamente nella parte inferiore vicino al frenulo il glande ha preso un colore viola scuro che poi è tornato normale e successivamente ai 10 giorni mi sono comparsi delle piccolissime bollicine colore rosa e alcune sono rosse sul glande e mi è tornato di nuovo un leggero dolore.

cosa può essere??? come mi devo comportare e cosa devo fare???
è vero che non è possibile fare delle analisi per la diagnosi???
guardando su medicitalia ho visto che in teoria doveva visitarmi un dermatologo piu che un UROLOGO!!
inoltre che test posso fare per le malattie infettive???

scusate per le molteplici domande
spero possiate rispondermi al piu presto
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

lei ha ben compreso: la visita che deve fare è quella dermatologico - venereologica: la produca con fiducia e vedrà che chiarirà il suo problema con selettività ed accuratezza.

Legga se vorrà nel frattempo il mio articolo sulle balanopostiti / balaniti per chiaire quante e quali possono essere:

https://www.medicitalia.it/minforma/dermatologia-e-venereologia/206-balanopostite-balanite-conosciamole-meglio-curarle.html

Dott. LAINO, Roma
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 790XXX

Salve,
a distanza di piu di 2 mesi non ho ancora risolto il mio problema.
ho fatto la visita dal dermatologo e ho fatto delle visite del sangue e urine oltre a un tampone.
ma le bollicine e un leggero bruciore persistono
gli esami hanno esito negativo in tutti i campi
allego immagine e il referto
http://img560.imageshack.us/img560/33/img07655.jpg
http://img560.imageshack.us/img560/8346/img07633.jpg
http://img820.imageshack.us/i/img07622.jpg/
http://img574.imageshack.us/img574/8756/img07611.jpg
http://img838.imageshack.us/img838/5136/img004g.jpg

il dermatologo non sa dirmi a cosa sono dovute le bollicine e mi ha prescritto dei lavaggi al permanganato di potassio.

vorrei sapere se effettuarli o no???
visto che in molti mi dicono che il prodotto è molto aggressivo... e non vorrei mi provocasse un ulteriore irritazione

vedendo le foto mi può dare un suo parere???
grazie