Utente
Buongiorno
Soffro da alcuni anni di due fastidiose patologie: colon irritabile e lingua a carta geografica.
Chiedevo: sono correlate? Come posso diminuire i fastidiosi sintomi (vitamine, particolare dieta ecc)?

Ho già effettuati vari esami come ecografia, colonscopia, esami del sangue, delle feci (2 volte, la prima con tracce ematiche), e visite dermatologiche (per la lingua), tutti negativi.

Grazie!

[#1]  
Dr.ssa Serena Mazzieri

28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
SARTEANO (SI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
la lingua a carta geografica, definita anche come "glossite migrante" ed "exfolatio linguae" è come dice la parola stessa una alterzione flogistica migrante idiopatica che può colpire la lingua e le mucose.
La lingua si presenta a chiazze di color rosso intenso non ricoperte dall'abituale pellicola epiteliale biancastra, queste aree si allargano per poi risolvere fino a creare appunto l'aspetto a carta geografica.
Normalmente è un reperto isolato ( cioè non coesistente con altre patologie) ed apparentemente senza causa, asintomatica, raramente si può avvertire bruciore soprattutto con cibi piccanti. Lei ha sintomatologia?
A volte può essere associato ad un'altra alterazione della lingua, la cosiddetta " lingua plicata" (aumento della solcatura della superficie della lingua).
Occasionalmente si osserva familiarità ( lei ha altri casi in famiglia?).
La lingua a carta geografica raramente scompare, piuttosto presenta periodi di esacerbazione alternati ad altri di remissione.
Non esiste neppure una terapia efficae, in letteratura sono riporatati leggeri miglioraenti con l'uso di colluttori orali a blanda azione anestetica, cmq raramente essi portano ad un reale miglioramente.
La patologia cui maggiormente si associa è comunque la psoriasi, non vedo una diretta connessione con il colon irritabile a parte il fatto che sia probabile che nei periodi di maggiore stress ed ansia, quando la sua colite si fa sentire anche la lingua presenti una riattivazione della patologia, ma solo di riflesso e non perchè le due patologie siano correlate.
Spero d esserle stata di aiuto.
Un saluto cordiale.

Dott.ssa Serena Mazzieri
Dott.ssa Serena Mazzieri

[#2] dopo  
Utente
Dott.ssa Mazzieri

la ringrazio per la risposta.

Potrei riassumere i miei sintomi: patina biancastra praticamente permanente (sul retro della lingua), macchie rosso scuro, lisce, che spesso provocano bruciore (vengono in punti diversi della lingua), a volte lingua "ruvida". I bordi delle macchie spesso son bianchi e in rilievo.

Due o tre pareri mi han detto: lingua a carta geografica.

C'è qualche possibilità che passi, o ci dovrò, diciamo, convivere a vita?

Grazie.

[#3]  
Dr.ssa Serena Mazzieri

28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
SARTEANO (SI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
purtroppo è una patologia che raramente regredisce, avrà dei periodi di benessere alternati a periodi di sintomatologia.....
Come accennato a volte alcuni soggetti possono trovare beneficio utilizzando blandi colluttori anestetici altri facendo sciacqui con sucralfato o altre sostanze, si rivolga ad un dermatologo della sua zona per la terapia più appropriata al suo caso.

Auguri

Dott.ssa Serena Mazzieri
Dott.ssa Serena Mazzieri

[#4]  
Dr. Lorenzo Alberti

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
La lingua a carta geografica può anche essere l'espressione di una alterata motilità linguale: la lingua, avendo problemi di coordinazione motoria, s'irrita spesso e facilmente sino a cronicizzare le microlesioni.La disfunzione può essere dovuta a problemi di parto, mancato allattamento al seno,uso incongruo di biberon e succhietti, cause genetico-strutturali (macroglossia, frenulo corto). Potrebbe deglutire in maniera scorretta. Ed in questo caso avrebbe sintomi subdoli ma netti, come tensioni muscolari al collo, problemi di appoggio plantare, digestione lenta, malocclusione, cefalee e tanti altri che esulano da questo contesto. So che questa mia risposta giunge in ritardo ma se sarà letta e giudicata attinente al caso dell'utente, può essere approfondita su www.miolabroma.it Cordiali saluti
Dr Lorenzo Alberti
www.drlorenzoalberti.it
www.miolabroma.it