Utente 308XXX
Il mio patner è stato trattato con DTC per dei condilomi genitali. Dopo due mesi si è sottoposto a controllo e ilmedico, non riscontrando alcuna lesione, lo ha dichiarato guarito. A questo punto possiamo riprendere l'attività sessuale senza condom? (ricordo che io sono stata trattata al primo di agosto scorso per cin 2 hpv ).Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Questo gentile utente, dovrà dirlo il medico curante del suo fidanzato, non i sottoscritti.

cari saluti
Dott. Luigi LAINO
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile paziente,
leggo casualmente solo ora il suo quesito e, nonostante sia ancora una volta d'accordo col collega Dr. Laino, per cui ognuno di noi si debba prendere le sue responsabilità, la'amore e la passione per la materia che io pratico mi hanno fatto dare una risposta.
Generalmente, secondo i miei schemi terapeutici, essendo il virus HPV uno dei più recidivanti, eseguendo dei follow up seriati, generalmente a 3, 6, 12 mesi dal momento in cui non ci sono più lesioni visibili, si può iniziare a pensare che si potrebbe guarire, ma sempre senza abbassare mai la guardia, perchè le rewcidive sono dietro l'angolo e, visto che parlo di una famiglia di virus cancerogeni, direi che a buon intenditor....
Usate il profilattico durante tutti il rapporti e per tutto il rapporto, mi racomendo fino a vera guarigione e fate (entrambi) i controlli periodici.
Cari saluti

Dr. Mocci
Luigi Mocci MD

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
E' vero che non si dovrà abbassare la guardia, come dice giustamente l'amico Dott. Mocci, ma sicuramente, ed è questo lo spirito che muoveva la mia (insolitamente concisa) risposta, è che ogni situazione fa capo a sè : la tipologia e la gravità, nonchè lo stato generale del paziente, non sono variabili riassumibili in maniera generale, poichè forniscono dei dati prognostici (ovvero relativi alla tempistica di durata della malattia e/ dell'aspettativa di guarigione) che solo la visita diretta può chiarire.

Ho visto condilomi singoli recidivare dopo 5 mesi, come casi più impegnativi guarire in una sola seduta: questo credo che basti per rimandare il nostro utente alla visita con il proprio curante che sta prendendo in carico - con lo stesso nostro Amore Professionale, ne sono convinto - il proprio paziente.

carissimi saluti al nostro utente e all'amico Dott. Mocci.

Dott. Luigi Laino
Ricercatore dermatologo e venereologo,
malattie sessualmente trasmissibili, ROMA

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it