Melanoma in situ

GENTILE DOTTORE,
Le scrivo riguardo ad un problema che e' apparso in maniera repentina.
Ho visitato il mio medico dermatologo di fiducia, in quanto ero dubbioso riguardo un piccolo neo all'altezza della tibia gamba sinistra.
Le dimensioni (5x2mm) mi tranquillizzavano, ma ho notato un leggero ingrandimento dello stesso neo.
Appena visitato, il medico mi ha asportato il neo, e richiesta urgente esame istologico.
Difatti, la risposta, non ha tradito l'occhio esperto; ecco la descrizione:

MACROSCOPIA:
LOSANGA DI CUTE DI CM 1,7x1 CON AREA PIGMENTATA A MARGINI IRREGOLARI DI 5mm DI DIAMETRO CHE DISTA DA 0.4 A 0,2 cm DAI MARGINI LATERALI DI EXERESI (A1-A2)TI.

DIAGNOSI:
5532: MELANOMA IN SITU (A1-A2)
LESIONE COMPRESA NEI MARGINI DI EXERESI CHIRURGICA.

SINOMED:
T-01000 M-87202

A questo punto il medico mi tranquillizzato definendomi "fortunato" e per essere stato "smart" nel prevedere una vistita preventiva.
E' seguita, come prevede il protocollo, asportazione di cute piu' ampia della zona dove risiedeva il neo.
Ha inoltre richisto nuovamente esame istologico della nuove parte asportata, esame radiografico del torace e ecografia addominale e linfonodale (previsti per domani).

Il dermatologo e' sicuro che il problema sia stato risolto "in tempo" ma, essendo io una persona meticolosa e un poco ansiosa, ho preferito chiedere anche il suo parere.
Inoltre, che significato ha (A1-A2)TI riportato nella macroscopia?

Spero di essere stato chiaro nella descrizione dei fatti,
cordialmente la saluto e la ringrazio
Lorenzo
[#1]
Dr.ssa Silvia Suetti Dermatologo, Medico estetico 2,4k 40 22
il suo dermatologo ha perfettamente ragione: togliere un melanoma in situ è nella notizia seppur spiacevole del melanoma, la migliore ipotesi possibile, quella che in termini prognostici, salva la vita al paziente!

saluti cari e segue meticolosamente le indicazioni del suo medico.

Dr.ssa Silvia Suetti, Dermatologo e Tricologo
www.tricologa.it
Segreteria 06.90213462

Il melanoma, o cancro della pelle, è un tumore, spesso molto aggressivo, che si sviluppa dalle cellule della pelle che producono melanina (melanociti).

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio