Utente 221XXX
Riscontrato porfiria cutanea tarda
Esame del sangue : Eritrociti 4580000 - Leucociti : 5450 - Piastrine : 138000
Esame urine 24 ore :
Risultati : porfirine totali urine : 4968 Uroporfirine urine : 3277
Coproporfirine urine : 1691
Età del paziente : 59 anni
Quali sono gli alimenti contenente ferro da non assumere? Quali vanno bene?
Quali sono le medicine per ridurre a valori normali?

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Signora,
la porfiria cutanea tarda è patologia piuttosto complessa: non è possibile darle indicazioni precise prima che lei si sia sottoposta a visita dermatologica. Se la diagnosi verrà confermata solitamente il trattamento prevede l'esecuzione di salassi, la somministrazione di piccole dosi di colchicina, la raccomandazione di astenersi completamente dall'ingestione di sostanze alcoliche. La dieta influisce poco sulla malattia.
Se lo riterrà necessario le forniremo volentieri ulteriori indicazioni dopo la visita.
Cordiali saluti
Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena

[#2] dopo  
Utente 221XXX

Gentilissimo Dott. Brunelli,
la ringrazio per la risposta, precisando che la malattia è riferita a mio marito, la visita dermatologica ha confermato la diagnosi, però non riterrebbe opportuno effettuare un salasso in quanto gli eritrociti sono 4580000: cosa ne pensa?
Non effettuando il salasso(secondo Lei sarebbe corretto?) mi può fornire ulteriori indicazioni?
Ad ogni pasto si può bere il acqua e vino in quantità limitate oppure occorre toglierlo del tutto?

[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Signora,
non possiamo entrare in dettagli tecnici così precisi perché quello lo può fare solo lo specialista che l'ha in cura. In linea generale il salasso è preferibile ad altri trattamenti ma, ripeto, ogni caso deve essere valutato singolarmente. Per quanto riguarda gli alcolici non ho dubbi: li abolirei completamente.
Cordialissimi saluti
Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena