Utente 164XXX
Buongiorno,
a 19 anni ho subito un intervento di fimosi, ma al tempo non è stata eseguita l'analisi per trovarne la causa.
Ad oggi ho una stenosi del meato uretrale e bruciore/caldo nella parte rimanente del glande ancora coperta dalla pelle rimasta.
Visivamente mi è stato diagnosticato il lichen sclerosus poichè una piccola placca bianca mi serrava l'uretra e che rimossa manualmente mi consentiva mi minzionare ancora.

Ad oggi non ho fatto ancora un tampone uretrale e ne un qualsiasi esame per escludere altre patologie. Con questo non voglio dire che la diagnosi fatta sia sbagliata.

Vorrei capire se anzichè Lichen potrebbe' trattarsi di qualche forma di balanopostite immunologica/allergica o di altro tipo, oppure se sono la stessa cosa, se una esclude l'altra e se possono essere presenti insieme.

Eventualmente vorrei sapere quali esami sono necessari per diagnosticare il tipo di balanopostite o escluderla. Credo che inoltre diagnosticare la lichen sclerosus sia possibile unicamente con un esame istologico?

Aggiungo inoltre che soffro di Pitiriasi Versicolor, non capisco se la cosa possa essere collegata.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Direi che in linea telematica il suo caso anche relativamente a quanto diagnosticato dal collega che l'ha ultimamente visitata, sia di gran lunga più vicino ad un lichen sclerosus misdiagnosticato che continua a progredire anche dopo la circoncisione ( https://www.medicitalia.it/luigilaino/news/1577/5-motivi-per-evitare-una-circoncisione-in-caso-di-Lichen-sclerosus ) che ad altre patologie.

Si e' affidato in prima istanza allo specialista Dermovenereologo? perché non e' stata effettuata biopsia? Perché ora ha dubbi diagnostici sul lichen diagnosticato? Non e' stato già posto un iter diagnostico e terapeutico?

Scusi Ma sono nozioni essenziali.

Saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 164XXX

Buongiorno,
si sono andato dal dermovenerologo che ha diagnosticato visivamente il lichen, ma non sono state fatte analisi per escludere le altre patologie ne per confermare la lichen.

Non è stata effettuata la biopsia poiché anni fa quando feci l'operazione di circoncisione probabilmente non era ancora una malattia molto conosciuta, pertanto non mi è stata diagnosticata nessuna patologia.

Ho dubbi sulla diagnosi poiché i sintomi sembrano variare, dalla stenosi iniziale al bruciore nelle poche parti del glande ancora coperte.

Ho fatto una una ulteriore visita da un diverso dermatologo che mi ha diagnosticato la pitiriasi e che non ha visto segni di lichen ma solo di una balanite.
Balanite pero' vuol dire tutto e nulla.

Come iter terapeutico ho inziato con del cortisone che non ha apportato alcun miglioramento alla stenosi e della pomata alla vitamina e che ammorbidendo i tessuti ha migliorato lievemente la situazione.

Aggiungo inoltre che nella parte ancora coperta del glande, dove ho sensazione di caldo/bruciore, ho la sensazione che si stia presentando una nuova fimosi poiché mi sembra stringere. Probabilmente pero' è solo temporaneo dovuto all'infiammazione.

Il discorso è che i problemi non sono costanti, passano un mese e ritornano un altro mese, come se ci fosse una causa scatenante.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Se esiste una diagnosi di Lichen sclerosus, se si sta presentando una fimosi, direi a mio avviso - che ci sia poco spazio per i dubbi!

saluti e si rivolga al dermovenereologo di sua fiducia

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Se esiste una diagnosi di Lichen sclerosus, se si sta presentando una fimosi, direi a mio avviso - che ci sia poco spazio per i dubbi!

saluti e si rivolga al dermovenereologo di sua fiducia

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it