Utente 187XXX
Buongiorno dottori,
io e la mia compagna ci siamo da poco avvicinati al sesso anale, ed abbiamo subito fatto un incontro poco piacevole.

Ci piace molto alternare i suoi due orifizi durante un rapporto sessuale, ma questo causa ovviamente un problema di igiene per quanto riguarda la vagina.

Sappiamo che il retto è colmo di batteri e perciò dopo aver terminato il rapporto si è lavata accuratamente, senza però detergere l'interno della vagina per non irritarla oltremodo.
Evidentemente questo non è bastato, perché nei giorni a seguire ha sviluppato secchezza, pruriti e bruciori che chiaramente sono tutto fuorché piacevoli, oltre ad impedire i rapporti sessuali.

Il mio quesito è appunto questo: come possiamo fare per non incappare in problemi di questo tipo? Esistono dei lavaggi antibatterici ma non agressivi per l'interno della vagina?

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
i vecchi ginecologi definivano la vagina organo impuro, proprio per il motivo che sicuramente è spesso ricettacolo di germi. In effetti, poi, non è proprio così, perchè "madre natura" ha fatto sì che si creasse un ambiente vaginale acido che impedisca ai microorganismii di colonizzarlo. Ciò cambia durante il ciclo mestruale, quando l'ambiente diventa meno acido per cui organismi come la candida possono colonizzarla dadndo patologia.
Non è assolutamente detto che il problema della sua compagna sia di tipo infettivo. Potrebbe anche semplicemente essere datio dall'irritazione da rapporto sessuale.
Direi cdi parlarne col vostro dermatologo di fiducia onde gestire la cosa. Per il resto, direi che non ci sono molti modi di impedire la transumazione batterica dall'ano alla vagina effettuando pratiche sessuali anali e vaginali alternate in maniera casuale. Ma una buona igiene aiuta, certo. Vi raccomando però di gestire la cosa con l'aiuto di uno specialista.

Saluti
Luigi Mocci MD