Utente 422XXX
Gentili Dottori espongo il mio problema:
i primi di giugno ho cominciato ad avvertire una sensazione di fastidio al pene e un po' di dolore nel far fuoruscire il glande, alla base del quale notavo lateralmente (su entrambi i lati) un paio di puntini rossi. Dopo qualche giorno, il glande è diventato completamente arrossato sopratutto alla base sulla quale mostrava degli arrossamenti tipo sangue vivo e contestualmente notavo una certa difficoltà a ritrarre il prepuzio....dopo circa 10 giorni di Travocort pomata, prescrittami dal mio medico curante, il glande migliorava riacquistando il suo colore normale...dopo sospensione di Travocort, su consiglio del dermatologo, facevo anche un ciclo di Diflucan 100mg (1 al giorno per 5 giorni), in quanto a detta del dermatologo medesimo, serviva comunque a dare una copertura sistemica e a prevenire episodi di candida. Preciso che i miei rapporti sessuali sono saltuari e comunque sempre protetti. Dopo una decina di giorni, il problema si è ripresentato anche se in modo meno evidente rispetto alla prima volta...per cui ho il glande arrossato con qualche difficoltà a ritrarre il prepuzio...devo anche far notare che, se, ad esempio, non lavo il pene nell'arco di un giorno e mezzo (36 ore circa) riscontro sul glande la presenza di materiale bianco, tipo smegma...un amico medico specializzato in ginecologia, oltre abluzioni varie, mi ha consigliato l'assunzione di un farmaco che contiene lo stesso principio attivo del diflucan in compresse da 200mg un giorno sì e un giorno no per quattro assunzioni....oggi dovrei prendere la 3° compressa e dopodomani la 4° e ultima...ma, al momento, non vedo miglioramenti.
Gradirei avere Vs. pareri in merito. Ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo

Lo specialista di riferimento per queste condizioni è il venereologo:
pertanto deve riferirsi a questo specialista a mio avviso senza ulteriori terapie empiriche e con nell'ipotesi di una balanopostite di natura da determinare si estende anche da rapporti sessuali e produca la visita con fiducia
Nel frattempo potrà leggere delle informazioni utili su questo tema nel sito www.balanopostite.it
Carissimi saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it