Utente 624XXX
Buongiorno,
ho un neo abbastanza evidente sulla fronte, in prossimità del sopracciglio sinistro, che non risulta essere molto largo, ma è molto sporgente, che negli anni sta diventato sempre più grande.
Visitata da diversi dermatologi , mi hanno tutti confermato che non si tratta di un neo potenzialmente pericoloso, ma solo esteticamente "brutto".
Sto valutando l'asportazione, ma prima di mettermi in mani "sbagliate" , visto che si tratta del viso in una parte molto evidente, sto cercando di sentire diverse campane: contattato un dermatologo, mi ha spiegato che dopo l'asportazione, non avrebbe provveduto a mettere punti , ma solo un cicatrizzante, che avrebbe reso la ferita praticamente invisibile col tempo.
Un altro mi ha parlato di un intervento in micro chirurgia, con dei punti piccolissimi , che anche li non si sarebbero visti in futuro.
La mia domanda è questa: è la prima volta che sento la tecnica del cicatrizzante, è valida? può portare complicazioni? Può lasciare segni evidenti? secondo il mio modesto parere i punti sarebbero più evidente, ma ho paura di fare una scelta sbagliata.

Io mi trovo a Milano, e magari se mi consigliaste qualche altro centro valido sarei ben grata di accettare i vostri suggerimenti!
Grazie, saluti.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Carissimo,

qualsiasi intervento di qualsiasi tipo può reliquare in cicatrici più o meno evidenti, in base al tipo di cicatrizzazione del paziente; questo sia chiaro.

In base al suo quesito e per mia esperienza ritengo che in caso di asportazione di nevi melanocitici sul viso sia da prediligere la dermatochirurgia estetica effettuata dal dermatologo, che conosce bene la pelle, i nei e le migliori tecniche di sutura e di accorgimenti post operatori.

carissimi saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it