Utente 259XXX
Salve. Ho 20 anni, e nella vita non ho mai avuto problemi di brufoli nemmeno in adolescenza; piuttosto, ho sempre avuto una pelle chiara e pulita, anche se con un'alta concentrazione di nei, specialmente in viso. Da qualche tempo a questa parte ho notato che cominciavano a comparire dei brufoli sul viso in concomitanza del periodo premestruale, ma questo credo sia normale. Dopo un po' di tempo però ho notato che questi brufoli tendevano a rimanere per molto tempo. Non si tratta di brufoli con la "punta" bianca, ma di foruncoli isolati, completamente rossi, che quando si sgonfiano lasciano antiestetiche macchie scure sottopelle che sembrano non andare via. Preciso che io non li tocco, non li stuzzico, né li spremo; ma queste macchie si formano comunque. Mi lavo la faccia tutti i giorni, mi strucco sempre con del latte detergente, non mangio eccessive quantità di cioccolato o cose simili... Che posso fare per far andare via questo problema? E cosa potrebbe esserne causa? Ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Carissima

se l'acne tardiva femminile fosse correlabile all'ingestione di cioccolato o ad una infrequente detersione del viso, avremmo risolto tutti i problemi: purtroppo non è così e ad oggi sappiamo che questa patologia cutanea può insorgere anche dopo i 20 anni con le stesse modalità e - purtroppo - conseguenze estetiche.

Le consiglio pertanto di non fare terapie empiriche ma rivolgersi allo specialista dermatologo per una diagnosi elettiva secondo un algoritmo diagnostico terapeutico e una terapia adeguata, cui seguiranno eventualmente dei trattamenti estetici per trattare i segni che queste lesioni lasciano sul viso.
Per approfondimenti: www.acne.roma.it

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it