Utente 329XXX
Salve

da diversi anni soffro di eritrosi al volto e flushing; Il rossore si estende dal naso agli zigomi. Negli anni scorsi mi sono sottoposto a trattamenti di luce pulsata dalla dubbia efficacia. In seguito il dermatologo mi ha prescritto cynazin; Ma anche questa terapia non ha prodotto risultati. Il mio problema è particolare in quanto il rossore non è sempre visibile. Sa ad esempio sto all''aperto tutto il giorno la mia pelle ha un colorito normale, poi basta una doccia per farmi avvampare; Oppure basta uno sforzo in altri casi a farmi diventare paonazzo e qui arrivo al punto che mi affligge maggiormente. Sto tentando di andare in palestra ma il rossore che mi deturpa il volto appena faccio uno sforzo mi avvilisce e non posso continuare così; Infatti ho già provato e rinunciato per lo stesso motivo due anni fa. Non ho problemi cardiovascolari e sono fisicamente in forma ma a vedermi così rosso in palestra si direbbe il contrario. Mi capita di soffrire d''ansia a volte, per cui sicuramente c''è una componente emotiva ma certamente non è quella principale visto che il rossore mi coglie anche nella tranquillità della mia casa. Sebbene il cynazin non abbia migliorato la mia condizione credo che dovrei seguire una terapia farmacologica vista la peculiarità del problema, ossia che il rossore non è permanente. Mi farebbe piacere avere un''opinione in merito. Ringrazio per la cortese attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Un flushing può essere una spia dia qualche ulteriore situazione (rosacea e altre condizioni) pertanto prima di terapia direi di approfondire e chiudere la diagnosi. Dopo questa potrà avere sicuramente nuovi ragguagli, anche alla luce di nuovi farmaci disponibili per talune di queste potenziali situazioni.
Cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 329XXX

Buongiorno

Grazie per la risposta; La diagnosi su cui si sono basati i trattamenti di luce pulsata era di rosacea teleangectasica. Ho effettuato cinque trattamenti nell'arco di un anno circa; Questo avveniva nel 2010. A ciclo ultimato i risultati non erano entusiasmanti anche se il rossore aveva subito una diminuzione d'intensità. A quel punto il dermatologo mi ha prescritto cynazin. Ho assunto questo farmaco per tre mesi. Il rossore è certamente meno intenso di tre anni fa in situazioni "normali", tuttavia in situazioni particolari, ossia in seguito a pasti, sbalzi termici o durante attività fisica aumenta considerevolmente. Recentemente mi sono rivolto ad un altro medico dermatologo, il quale ha escluso l'idea di effettuare ulteriori trattamenti laser, in quanto secondo il suo giudizio, la zona di interesse è troppo vicina agli occhi e quindi è difficile da trattare. Per concludere, prima del ciclo di trattamenti il rossore era più costante e più intenso, ora è un rossore modesto, talvolta poco visibile che aumenta molto nei casi sopracitati e qui sta il maggiore disagio.