Utente 343XXX
Salve, sono un ragazzo di 24 anni. Da circa un anno ho riscontrato dei problemi al mio pene. Da prima è apparsa una piccola macchia grigiastra sul mio glande, senza dolore o prurito e inconsciamente non ho dato tanta importanza pensando che col tempo sarebbe andata via. Col passare del tempo è peggiorato tutto ritrovandomi delle macchie biancastre sul glande come una patina, e vari rigonfiamenti sotto il glande, sul busto del pene, doloranti e con liquido strano, biancastro. usando vari prodotti di igiene intima, pensando fosse un problema di saponi non adatti alle parti intime, sembrava che la cosa stesse per diminuire, ma in realtà non fu così. la pelle del glande sopratutto sulla parte inferiore è diventata lucida come se fosse sempre tirata, di un colore diverso rispetto al resto del glande e molto sensibile e fastidioso al tatto ed ho cominciato ad avere problemi di erezione. In pratica con la mia partner riesco ad eccitarmi subito e ad avere un erezione ma non riesco a mantenerla per l'intero rapporto, in quanto il glande diventa insensibile e quindi non sento più alcun piacere e se riesco a terminare un rapporto, cosa molto difficile, non riesco ad avere un secondo rapporto neanche dopo 24 ore. Ed è una cosa assurda premettendo che non ho mai avuto di questi problemi e ho sempre avuto facilmente più rapporti di fila, e per più giorni di seguito. Così ho fatto una visita da un andrologo urologo che mi ha controllato testicoli e pene senza riscontrare nulla. E per ultimo ho fatto una visita da un dermatologo venereologo, a mio avviso poco professionale, in quanto durante la visita oltre a non avermi chiesto quali fossero i miei problemi, ha solo guardato il mio glande, che io ho tenuto aperto perchè questo dottore non ha neanche indossato i guanti e non mi ha neanche sfiorato. Comunque mi ha diagnosticato un lichen planus, prescrivendomi Sursum 400 U.I. capsule molli per 30 giorni, clobesol 0,05% unguento 10 giorni mattina e sera e 10 giorni solo sera e Ginexid schiuma detergente. Mi mancano solo 3 giorni al termine del trattamento e io non noto miglioramento cutaneo e neanche miglioramenti nei problemi prima descritti durante i rapporti. La cosa mi preoccupa tantissimo e i rapporti con la mia partner si stanno distruggendo per una vita sessuale vissuta ormai sempre peggio. Vorrei avere qualche consiglio, sapere se tutto questo è normale, se dovrei fare qualche visita specifica o test particolare. Tengo a precisare che faccio sport, e sto bene fisicamente. Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile amico,

direi due cose utili:

- la diagnosi, la terapia e i controlli di questa patologia spettano al dermatologo venereologo

- se lei ritiene di dover approfondire la cosa, rimane necessaria la visita dermovenereologica per aggiornare la situazione.

Non si allarmi poiché il lichen ruber planus è a differenza del lichen scleroatrofico, una malattia assolutamente benigna, ma sappia che i controlli diretti sono necessari

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it