Utente 645XXX
Buon giorno,
ho 55 anni ex IMA nel 2000 e sono portatore di pacemaker+defibrillatore (ICD), mi è stata diagnosticata al pronto soccorso della mia città una cisti sebacea infiammata sotto l'ascella sx e quindi non troppo lontano dal pacemaker. La mia domanda è la seguente, a chi devo rivolgermi per l'intervento chirurgico per l'asportazione della cisti, ad un dermatologo, un chirurgo oppure un cardiochirurgo? Attualmente sto' prendendo 2 antibiotici al giorno e l'infiammazione sembra debellata
e quindi ora devo pensare all'asportazione chirurgica.
Ringraziando anticipatamente, cordiali saluti
Stelio

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Se la sintomatologia algica (dolenzia) e infiammatoria persistono, utile il consulto dermatologico.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Dr. Claudio Bernardi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
SALERNO (SA)
MIRABELLA ECLANO (AV)
RIMINI (RN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Gentile signore, l'asportazione di una cisti sebacea è comunque un intervento chirurgico di superficie anche se nel caso suo nulla può essere sottovalutato. Ma lasci al cardiochirurgo gl'interventi a cuore aperto...
Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi.it
Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi.it - www.lachirurgiaplastica.net

[#3] dopo  
Utente 645XXX

Grazie illustri dottori faro' tesoro dei vostri consigli, comunque l'infiammazione è scemata, anche il rossore è passato, giovedi' finisco gli antibiotici e venerdi' mattina faro' controllare la ciste dal mio medico, quindi se tutto ok, chiedero' anche un consulto con il cardiologo ed alla fine probabilmente dovro' affidarmi ad un Chirurgo per l'asportazione della ciste con una profilassi antibiotica, onde evitare qualsiasi insorgenza di un infezione che potrebbe danneggiare il pacemaker.
Vi sembra una prassi corretta?. Grazie et saluti.
Stelio

[#4] dopo  
Dr. Claudio Bernardi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
SALERNO (SA)
MIRABELLA ECLANO (AV)
RIMINI (RN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Perfetto!
Auguri C.B.
Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi.it - www.lachirurgiaplastica.net

[#5] dopo  
Utente 645XXX

Illustri dottori,
Ieri 6/8 ho consultato un chirurgo il quale mi ha detto che sia a causa dei miei problemi cardiaci sia perchè la ciste si trova vicino al pacemaker, e quindi non puo' usare il bisturi elettrico, mai e poi mai lui avrebbe messo le mani su di me perchè potrei anche morire. Poi quando mi ha visitato non ha sentito alcuna ciste (che invece anche se piccola c'è)ed ha scritto che non necessito di alcun intervento. Sono rimasto un po' interdetto, perchè il mio cardiologo, precedentemente consultato, dopo aver palpato la ciste, mi aveva detto che era un intervento chirurgico talmente banale che poteva essere fatto da qualsiasi chirurgo con una mano sola. Ora sono in confusione, ammettiamo che ci sia questa cisti ma è davvero inoperabile per un portatore di pacemaker e defibrillatore (ICD)?
Grazie per un Vostro riscontro alla presente.
Stelio

[#6] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
aggiungo una mia nota senza voler entrare troppo nel caso specifico.
Nel trattare pz con le patologie cardiologiche di base ,come nel suo caso, si dovrebbe osservare alcune regole.
1) limitare gli interventi non necessari.
2) eseguirli ,nel caso ,in una struttura ben attrezzata.
Una volta stabilito che vi sia la necessità dell'intervento, come potrebbe essere il suo caso (bisognerebbe effettuare prima una attenta visita dermatologica), si utilizzano alcuni accorgimenti.
a) non si utilizza il bisturi elettrico ,0 DTC, perchè ,in teoria, le correnti elettriche potrebbero disturbare il pace-maker,
b) non si usa adrenalina insieme all'anestetico, ,per non causare problemi pressori.
Per il resto un chirurgo dotato di normali mezzi e presidi non dovrebbe avere alcun timore ad usare il bisturi ed event. clampare e legare arteriole, stante la semplicita' dell'intervento.
Ovviamente ognuno si regola per conto suo;aggiungo che la patologia e' benigna e puo' involvere ,per cui non e' errato soprassedere ev. alla operazione in attesa di sviluppi.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
opero routinariamente alla mammella sinistra pazienti che hanno un pacemaker in una tasca in prossimità della stessa.

Ha ragione il chirurgo che ha consultato, ma forse proprio per questo ne deve trovare un altro : non si usa il bisturi eletttrico (come rilevato dal collega Griselli) ma quello BIPOLARE con il quale si può tranquillamente fare l'emostasi anche in prossimità del pacemaker senza rischi di interferenze. Addirittura esistono consensi informati anestesiologici nei quali è
stampata la voce in rilievo :RICORDARE AL CHIRURGO L'USO DEL BISTURI BIPOLARE in caso di pazienti portatori di pacemaker.

Purtroppo anche per il bipolare.....occorrono due mani !!

Cordiali saluti


Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Dr. Claudio Bernardi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
SALERNO (SA)
MIRABELLA ECLANO (AV)
RIMINI (RN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Assolutamente d'sccordo con l'uso del bipolaren oppure del bisturi a radiofrequenza che non utilizza correnti elettriche ma onde radio. E' comunque probabile che la cisti si sia talmente ridotta da non destare alcun problema o fastidio.....ma qui ci vorrebbero le mani per sentire!
saluti
dr. Bernardi
Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi.it - www.lachirurgiaplastica.net

[#9] dopo  
Utente 645XXX

Grazie illustri dottori,
le vostre risposte sono tutte in linea con quelle che erano le notizie in mio possesso, dopo essermi consultato anche con altri pazienti portatori di pm e che avevano effettuato interventi similari, per cui mi sollevate molto da questo problema che era da alcuni giorni che mi angustiava anche a livello psicologico. Ovviamente mi astengo da qualsiasi altro giudizio in merito, pero' a Voi rivolgo nuovamente un grazie infinito.
Con stima, Stelio