Utente 356XXX
Gentili dottori,
soffro di balanopostite dal gennaio del corrente anno. Cercherò di essere il più esauriente possibile.

1) La prima manifestazione si è verificata in India, dove mi reco spesso. Un'ulcera bianca sul glande, dolorosa, di circa 0.5 cm, accompagnata da un'altra ulcera bianca, anche questa dolorosa, ma più piccola
Tale manifestazione è stata trattata come malattia sessualmente trasmissibile—senza alcuna analisi di laboratorio a supportare la diagnosi. Ho utilizzato antivirali e antibiotici, sia orali sia topici, per circa due mesi e in dosi massicce.
Le ulcere si sono ritirate, lasciando degli aloni rossastri–violacei, ora più visibili ora meno, ma sempre presenti.

2) In luglio l'ulcera più grande si è ripresentata, questa volta in Italia, dove da un tampone cutaneo è risultato “stafilococco aureo.”
Ho assunto claritromicina 500 mg rm, applicato le creme travocort e gentamicina una volta al giorno per sette giorni.
Le ulcere si sono parzialmente ritirate, e si è sviluppata un'irritazione molto fastidiosa su circa il 60% della superfice del glande.

3) In seguito si è formata un'ulcera bianca, dolorosa, anche sul prepuzio interno.
Ho assunto fluconazolo 150 mg per due volte a distanza di una settimana, nessun effetto. Ho proseguito con lo stesso, ma 100 mg una volta al giorno per dieci giorni, applicando nuovamente travocort. L'ulcera sul prepuzio interno è scomparsa.

4) Quella che continuo a chiamare “irritazione” sul glande, dopo un periodo più “roseo,” è riapparsa, così come le ulcere iniziali, sebbene non profonde come al solito (v. 1).
Ho finalmente fatto degli esami del sangue, tra i quali: HSV 1–2, HIV 1–2, VDRL, TPA, e tipizzazione linfocitaria. L'unico dato dubbio è il seguente:

Anti–HSV 1–2 IgC 12.4 (>1.1 Positivo)
Anti–HSV 1–2 IgM <0.50 (<0.9 Negativo)
Anti HSV 2 IgC 0.73 (<0.9 Negativo)

Il resto è ok.
Quasi per esclusione, ho assunto ancora fluconazolo per via orale: 200 mg una volta al giorno per cinque giorni, e applicato un antimicotico spray che ha irritato glande e prepuzio, quest'ultimo anche esternamente.

5) Ad irritazione del glande passata—il prepuzio esterno è ancora un po' rosso—una lampada di Wood ha evidenziato gli aloni, sempre visiibili anche ad occhio nudo, delle ulcere originali con un colore violaceo. Alla luce UV si nota un alone unico informe, con due punti di colore più scuro. Il resto del glande appare di colore biancastro omogeneo.
Quest'ultimo step è stato intrapreso con il mio medico di base, che mi ha prescritto una nuova visita dermatologica—non siamo infatti stati in grado di “leggere” la luce di Wood.

Non ho assunto nessun medicinale senza prima consultare un medico, e sono stato visitato da quattro dermatologi, un urologo e due medici generici.
Ho notato che le macchie, se toccate, diventano più visibili.
Non so neppure cosa chiedervi. Magari qualche indicazione in vista della quinta visita dermatologica, prevista per i prossimi giorni.

Grazie mille.

Distinti saluti,
F.O.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

se non sa cosa chiederci è difficile che noi sappiamo cosa risponderle..

Legga nel frattemp oalcuni miei approfondimenti su questa patologia in

www.balanopostite.it

e magari torni con una domanda specifica

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it