Utente 296XXX
Buongiorno,
Quest anno sono riuscita ad ottenere una splendida abbronzatura, senza bruciarmi nemmeno una volta, in soli due mesi, seguendo un metodo"antico" quanto efficace dello spalmarsi l olio d oliva sulla pelle (dopo aver stimolàto la melanina per tutto il mese di giugno con apposite pastiglie naturali a base di carotene).
Premetto a priori che, anche se so che è piuttosto rischioso, nn ho usato nemmeno una volta una crema protettiva.
A questo punto so però che nel giro di un mese tutto questo lavoro di abbronzatura durato due mesi svanirà. Per non perdere il mio colorito che altrimenti durante l anno accentua particolarmente le occhiaie, volevo provare (mai fatto) ad andare periodicamente (1 volta la settimana) in un solarium per farmi una lampada e mantenere, se non questa tonalità, una tonalità comunque più accettabile rispetto alla mia naturale.

Solo che il mio "dilemma" sta nel capire se veramente le lampade solari fanno più male del sole stesso o non sono più dannose del mio "vizio "di espormi senza filtri solari al mare .

Come mai allora sono così denigrate?
Attendo un vostro gentile chiarimento esperti. Grazie in anticipo!!!

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
https://www.medicitalia.it/giampierogriselli/news/3483/Proteggere-dal-sole-le-parti-sensibili-e-ridurre-il-fotoinvecchiamento
Potrebbe essere utile leggere quedto mio breve articolo.
Le lampade in quanto produttrici di UV seguono gli stessi discorsi di massima.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)