Utente 777XXX
salve a tutti, io ho un problema, che purtroppo mi sta diventanto un grande problema. all'inizio di marzo ho bruciato dei molluschi contagiosi nella zona pelvica, tutte posizionate nel lato della mia destra. Poi a maggio, con anestesia mi è stato rimosso un cresta di gallo sull'asta del pene. successivamnte a lugio mi so no stati asportati altri tre molluschi contagiosi sempre sul lato destro, questa volta con il metodo del cucchiao.ed ora mi ritrovo con altre due creste di gallo sull'asta del pene. come ho preso qeusta infezione?ho rapporti solo con la mia ragazza e lei nn soffre niente di tutto questo.percheè i escono sempre sul lato destro è coincidenza o li sono più debole?può essere che la mia partener nn sarà mai contagiata pur avendo rapporti con me? c'è qualche farmaco che mi faccia aumentare gli antiorpi o cmq prevenire queste infezioni? dove posso acquistare il test dell'acito acetico oppure me lo deve fare il mio dermatologo? per favore datemi delle rips perche a cusa di questi virus mi sto esaurendo sul serio e sono sempre ansioso.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

comprensibile il suo stato di smarrimento dovuto ala permanenza di queste due infezioni sessualmente trasmissibili:

consideri anzitutto che - se è vero che un contagio sessuale rappresenta per queste patologie la via più percorsa [stragrande maggioranza dei casi nei giovani adulti] essa non è l'unica via.

il permissivismo immunologico che è alla base della moltiplicazione dei viirus (in questo caso l'HPV per i condilomi e il POX virus per i molluschi contagiosi) può determinare l'insorgenza di talune patologie anche senza un contagio sessuale (questo spiega la presenza di molluschi e di condilomi nella primissima fascia pediatrica - eccezion fatta per gli abusi ovviamente).

pertanto spero voglia cogliere l'invito a leggere l'articolo del sottoscritto su questo tema e presente nella sezione minforma all'indirizzo:
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40632

per il resto sappia che rivogendosi e reperendo il suo specialista Venereologo di riferimento, riuscirà a risolvere invariabilmente queste due patologie.

sappia ancora che il sottoscritto reputa di elezione per i molluschi contagiosi, il courettage, mentre ritiene il laser CO2 e la immunomodulazione topica post-terapia ablativa i metodi ipiù elettivi nella cura della condilomatosi genitale: tutto potrà essere seguito da analisi del quadro immunologico e da terapie di "supporto" per il sistema immunologico stesso, che sovente anche nei soggetti altrimenti sani (non affetti quindi da gravi patologie debilitanti le difese immunologiche - vedi HIV et cetera)possono combattere per un pò di tempo con recidive di queste infezioni che non son altro che la manifestazione della replicazione virale dovurta al calo delle difese - anche locali del nostro sistema immunologico, oltrechè rappresentare ovviamente, una infezione trasmissibile sessuamente.

non faccia autodiagnosi quindi e si rechi dal venereologo di sua fiducia per la diagnosi e la terapia definitiva.

cari saluti

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it