Utente 155XXX
Buonasera, da circa un anno ho un problema con la crescita della barba. Inizialmente ho notato una chiazza grande come una moneta da 2 € sul lato destro del viso appena sotto il mento però avendo una barba nera e molto folta in quella zona si notava la pelle liscia,ma vista da vicino si vedevano i bulbi e la punta dei peli che non accennava a crescere.
Ho fatto una visita dermatologica e il dottore mi ha diagnosticato l'alopecia areata, sinceramente non mi fido dato che vedendo il bulbo mi ha detto che non era nulla, ma io ho spiegato che prima non era così, e quindi mi ha prescritto delle visite da fare,ma successivamente (arrivato a casa) ho visto la diagnosi. Mi ha prescritto il clobesol 0,5% e una serie di visite.
Prima le analisi del sangue,che sono risultate perfette.
Poi ORL fatta pochi giorni fa dove non è risultato nulla.
L'ultimo esame è la pantomografia però prima di farla chiedo consiglio al vostro portale.
La pomata utilizzata per due mesi ha fatto scomparire il problema,inoltre in quest'ultimo mese ho deciso di crescere la barba per vedere effettivamente la mia situazione ed ho notato la crescita non perfetta (tipo delle piccole chiazze) nelle guance che per fortuna sono attenuati dal resto della barba,però ripeto ho sempre avuto una barba molto folta. Per ora sulle guance non sto usando la pomata perchè se facessi la pantomografia e risultasse qualcosa vorrei vedere gli effetti sulla barba per non trascurare un problema.
Vi ringrazio anticipatamente, Buona sera

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

non so perchè le abbiano prescritto un test odontoiatrico; forse il collega vorrà escludere foci infettivi alveolari, ma dobbiamo anche considerare che stiamo parlando di una malattia auto-immunitaria; orbene non posso commentare ciò che non conosco, né è mio costume farlo.

Dico in termini generali che se trattasi di alopecia areata la diagnosi è clinica e dermoscopica.

a questa seguono diversi trattamenti topici, microinfiltrativi ed in caso di situazioni ingravescenti anche sistemici

Ne parli con il suo dermatologo di fiducia.

Cari saluti

Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 155XXX

Grazie per la risposta, sinceramente sono rimasto al quanto sconcertato. Se ho capito bene la diagnosi non si ferma semplicemente ad uno sguardo ad occhio nudo? Se, supponendo fosse alopecia, il clobesol è una cura corretta?
Ieri sono stato dal mio medico curante e mi son fatto prescrivere una nuova visita per la conferma della diagnosi, però questa volta cambierò specialista.
Grazie ancora per i consigli.
Cari saluti

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
si la diagnosi è clinica ma nel 2016 ormai..sarebbe meglio avere una diagnosi tricoscopica per valutare i follicoli.

per il resto fa bene ad aggiornare la visita con lo specialsita che riterrà più opportuno

cari saluti

Dr Laino

Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it