Utente 251XXX
Buongiorno.
Durante una visita dermatologica a settembre mi sono stati trovati n° 3 angiofibromi sul naso.
N° 2 piccoli sul lato dx (che li ho fin da ragazzino) e n° 1 sul dorso del naso di circa 4-5 mm. di diametro (che mi è spuntato 1 anno e mezzo fa).
Il dermatologo m’ha chiesto se riesco a respirare bene dal naso (ho fin da ragazzino la sensazione di naso leggermente chiuso, ma respiro sempre ed esclusivamente dal naso senza problemi), se mi sanguina spesso il naso e se l’epistassi dura diverso tempo (da ragazzino mi sanguinava più spesso; mi sanguinava una trentina di secondi quando dormivo a pancione e premevo il naso sul cuscino; solo 3/4 volte in una quindicina d’anni mi è sanguinato durante la giornata e solo 2 volte l’epistassi è durata una decina di minuti. Di solito smetteva nel giro di pochi secondi. Negli ultimi anni è migliorato e negli ultimi 12 mesi non mi è mai sanguinato; solo una volta dopo aver dormito a pancione ed essermi soffiato il naso, ho notato sul fazzoletto qualche tenue macchiolina rossa) e m’ha controllato gli occhi ed il viso. M’ha detto che solitamente vengono da ragazzi questi angiofibromi e che per risolvere totalmente la cosa mi sarei dovuto operare, ma che nel mio caso è sufficiente il laser e m’ha consigliato di aspettare tranquillamente i mesi invernali, con poco sole, per farlo.
Ho cercato alcune informazioni su internet e ho letto dell’angiofibroma giovanile. Ho letto che la massa tumorale benigna può espandersi e causare problemi al naso, occhi ed in alcuni casi alle orecchie e pressione al cervello; ho letto inoltre che nel 5% dei casi può diventare maligno e trasformarsi in un sarcoma.
Il medico di famiglia m’ha quindi mandato al centro laser dell’ospedale della mia città.
Il dermatologo dell’ospedale che effettua i trattamenti laser m’ha confermato che si tratta di angiofibromi ma che non devo fare assolutamente niente e che non può togliermeli con SSN perché è solo una questione di estetica; ha detto che non possono modificarsi in maligni e che non si possono espandere “non sono mica tumori” m’ha detto.
Ho provato a fargli alcune domande dicendo quello che ho letto, ma sorrideva e mi ripeteva che non è niente, senza ascoltarmi. Ha solo detto “ma chi le ha detto queste stupidaggini”.
Ho chiesto se quindi è una cosa diversa dall’angiofibroma giovanile nasofaringeo e ha fatto una faccia come se non sapesse di cosa stavo parlando e m’ha solo detto, “non è niente”.

Vorrei sapere se esistono vari tipi di angiofibromi nel naso e se ho fatto confusione io a leggere le informazioni sull’angiofibroma nasofaringeo e che quindi posso stare tranquillo senza fare niente (l’aspetto estetico non mi interessa minimamente; a mia moglie e ai mie figli piccoli non da fastidio, e nemmeno a me) oppure se c’è la possibilità che si trasformi in maligno e/o che si espanda e che quindi mi convenga farlo togliere privatamente col laser.
Attendo con ansia una vostra risposta e un vostro consiglio sul da farsi.
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Tutto corretto: trattasi di lesione semplice e benigna (sempre) ed estetica; trattabile con il laser.

Per il resto stia sereno: nulla a che vedere con le sue ricerche telematiche!

saluti

Dr Laino

Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 251XXX

Grazie mille per la velocità e la chiarezza.

Ne approfitto per farLe i migliori auguri per un felice Natale ed un sereno 2016.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Cari saluti a Lei

Dr Laino
www.latuapelle.it
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it