Utente 419XXX
Buonasera, grazie anticipatamente per la disponibilità. dopo 30 giorni da un rapporto non protetto con una ragazza, mi sono comparsi dei punti rossi asintomatici nella zona alla base del glande. Ho fatto una visita dermatologica e mi e'stata diagnosticata una balanite, dopo questa visita ho eseguito un tampone per la ricerca di batteri , funghi e le analisi del sangue per la ricerca degli anticorpi all 'hsv 2. I risultati sono stati i seguenti: presenza sul glande di enterococco faecalis e nessun micete.
Anticorpi hsv 1 igg=35
Anticorpi hsv 2 igg= 1, 56
Anticorpi hsv 1-2 igm =2, 60
Valori di rif metodo ELISA: <8, 5 negativo, >11, 5 positivo
Il medico mi ha prescritto antibiotico per l'enterococco( che è passato) e mi ha detto che sono venuto a contatto in passato con hsv 1 e hsv 2 ma non c'è rischio di contagiare nessuno.ora sono passati altri 10 giorni e nessun sintomo si è più presentato. Le mie preoccupazioni sono:
vi chiedo gentilmente un secondo parere sui risultati del test per hsv 2(si può escludere la presenza dell'herpes genitale di tipo 2? ),
È possibile che i valori cosi bassi indichino un contagio recente (35giorni il tempo tra il rapporto e il prelievo) da hsv 2?
È possibile che io sia entrato in contatto cn il virus molto tempo addietro e non sia mai stato contagioso?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Piero Recchia

24% attività
8% attualità
0% socialità
TRENTO (TN)
CLES (TN)
ROVERETO (TN)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Stia tranquillo, perche' con valori di IgM così bassi, e' da escludere categoricamente una infezione recente da herpervirus. Inoltre la clinica presentata (i sintomi obiettivi) non sono assolutamente tipici per una infezione da herpes virus genitalis, bensì per una semplice balanite aspecifica. La positivita' delle IgG rientra assolutamente nella norma per una persona adulta ed indica il contatto normale con il virus erpetico che ogni persona presenta se esegue quegli esami. Saluti
Dr. Giovanni Piero Recchia

[#2] dopo  
Utente 419XXX

Grazie per la risposta e della disponibilita' è stata di grande utilità.
Un' ultimo quesito."contatto normale con il virus" non significa averlo latente o che potrà manifestarsi un giorno?
Mi scusi se porgo domande banali,ma vorrei togliere ogni sorta di dubbio.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Piero Recchia

24% attività
8% attualità
0% socialità
TRENTO (TN)
CLES (TN)
ROVERETO (TN)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Assolutamente no. Ogni persona viene a contatto con un sacco di virus nel corso dell'esistenza e sviluppa una reazione immunologica di difesa evidenziabile dalle IgG, ma non significa assolutamente di essere malati o di diventarlo, ma solo che le nostre difese hanno "catalogato" e "memorizzato" il contatto con il virus. Si puo' sviluppare la malattia virale solo con contatti ripetuti con una persona infetta che presenti lesioni attive in atto, e quando il nostro sistema immunitario per varie ragioni sia difettoso (malattie intercorrenti, uso di cortisone, immunosoppressori, AIDS, diabete, gravi carenze dietetiche ecc.). Saluti
Dr. Giovanni Piero Recchia

[#4] dopo  
Utente 419XXX

Grazie ancora della disponibilita' e del servizio.