Utente 321XXX
Buongiorno Dottori,
premetto che prima di questo episodio non ho mai avuto alcun problema al glande.
In data 30 agosto mi sono recato in un centro massaggi dove in seguito ad un massaggio del corpo, senza olio, mi è stata praticata una masturbazione completa, infine sul glande e sulla pelle circostante ad esso mi è stata passata una salvietta umidificata.
Già dopo qualche ora ho iniziato a sentire dei lievi fastidi come bruciore e irritabilità generale al glande e alla pelle circostante e cosi è andato avanti fino a due settimane dopo quando il glande si è mostrato più asciutto e rugoso del solito seppur in forma lieve. In seguito ho sostenuto esami del sangue urine ed urinocoltura dai valori rientra tutto nella norma. In data 17/09 ho eseguito una vista urologica dove mi è stata diagnosticata una sensbilità al glande con prescrizione di balanil crema due volte al giorno per dieci giorni. Seppur la situazione sia migliorata non è tornata come prima, quindi in data 3/10 ho sostenuto una visita dermatologica ma lo specialista non ha trovato nulla di patologico. Ai due medici ho omesso (sbagliando) il fatto che ero stato in un centro massaggi ho solo riferito di essermi pulito con una salvietta. Inoltre oltre alla (dis)avventura del centor massaggi non ho avuto altre possibilità di contrarre qualcosa in quanto è da 4 anni che ho rapporti con la medesima persona peraltro sana da questo punto di vista. La situazione per me sta diventando pesante dal punto di vista psicologico, perchè il mio problema seppure essendo migliorato è ancora presente dopo circa 30 giorni, ciò nonostante non mi è stato trovato nulla.
Vi ringrazio anticipatamente dell' aiuto.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, chiarendo da subito che lei non si è rivolta ad un centro massaggi ma ad un posto in cui esiste lo sfruttamento della prostituzione (è bene chiarire con attenzione queste diciture nel rispetto di chi esercita una professione dignitosa come fisioterapisti massaggiatori in virtù di quelli che invece preferiscono delinquere e sfruttare le donne)
Direi che il suo caso merita un approfondimento di venereologia finalizzato alla comprensione del problema clinico, che da qui non è possibile definire in alcun modo. Sospenda pertanto tutte le terapie senza diagnosi sia che nella sede specialistica per approfondire il caso.

Carissimi saluti.
Dott.Laino
www.latuapelle.it
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 321XXX

Gentile Dottore,
chiarisco inanzitutto che ho commesso un errore di espressione, lungi da me giudicare e paragonare i due tipi di professione.
premettendo che, il mio problema attuale si è "ridotto" al fatto che il glande e la pelle circostante divengono rosse nel momento in cui ho un rapporto o una masturbazione per il resto delle situazioni l organo è ritornato alla normalità, in che problematiche/patologie/infezioni si può incappare nel momento in cui ci si trova in una situazione come la mia?