Utente 700XXX
gentili dottori espondo il mio caso:
- da qualche tempo ho un po di problemi dopo i rapporti sessuali nelle parti intime..
- dopo i rapporti sessuali ho gonfamento del pene che sparisce dopo qualche ora..
tuttavia questa volta mi è capitato un sintomo nuovo.. ho avuto un rapporto orale con un ragazzo una settimana fa.. mi è capitato sempre il solito gonfiamento con bruciare al prepuzio nell'urinare, ma per numerosi giorni ho avuto una polpiglia biancastra su tutto il glande e anche se la lavavo o non andava via del tutto perchè appiccicaticcia, o andava via per poi ricomparire dopo breve termine.. oggi facendomi la doccia e lavandomi ho notato numerose macchie rosse che si estandono dal prepuzio in su sul glande e col passare del tempo aumentano..sono corso dal medico di base che mi ha guardato direi con superficialità senza neppure tranquillizzarmi e mi ha prescritto un bagnosciuma " DERMICO" e la pomata "GINO-CANESTEN" da applicare..senza dirmi di cosa si può trattare.. inoltre mi ha pescritto una visita dall'urologo.. non sarebbe stato meglio dal dermatologo? non lo so..
mi devo preoccupare? può essere un sintomo di HIV?

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Le abbiamo già esaurientemente risposto in altri post: mi sembra inutile aggiungere altro.
segua se vorrà i nostri consigli precedenti.

cordialità
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 700XXX

la ringrazio per la risposta.. ma siccome il medico non sono io non posso obbligare il mio medico a prescrivermi una visita a mio gradimento sennò sulla sua sedia mi siedo io e me le scrivo da solo le ricette.. quindi il punto è: fa lo stesso un dermatolo o un urologo? sono entrambi compententi? tutto e solo questo.. altrimenti cambio medico senza andare in giro per gli ospedali a perdere tempo e soldi.. non ho chiedo mica una diagnosi..

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Ritengo quindi che lei non abbia riletto i miei personali messaggi inviateli in altri post: glieli riassumo quindi per sua praticità:

1.

"Gentile utente,

la sua descrizione risulta, per limiti telematici, troppo confusa:

utilizzi l'occasione per produrre la sua prima visita VENEREOLOGICA, con l'esperto di cute e mucose genitali e di MST al fine di chiarire il suo stato clinico e tutti i suoi dubbi in merito alle esposizioni sessualmente a rischio - un ottimo profilo comportamentale nella vita sessuale è l'unica strada che può salvare la vita a noi e a chi è accanto".

2.

Gentile utente,

non deve allarmarsi ma produrre nei tempi brevi, una visita veneroelogica con l'esperto di cute e mucose genitali al fine di reperire la risposta a quella che in sede telematica e no nvincolante potrebbe essere associata ad una balanopostite acuta di natura da determinare.

3.

Gentile utente,

se il caso persiste per qualche giorno le consiglio la visita Venereologica.

impssibile aggiungere altro oltre ad una ipotesi non vincolante di tipo traumatico.

4.

LA comprendo benissimo e ancora una volta voglio stressare il concetto che il medico dovrebbe essere pimadi tutti un confidente : questo per la vostra salute.

Non si crei alcuna remora nel richiedere le analisi che servono, a prescindere dal quadro venereologico che dovrebbe essere visionato direttamente dall'esperto.

e queste sono solo le mie risposte.

Mi sembra del tutto chiaro e sempre manifesto quindi il reinvio ad una visita Dermatologica venereologica: non comprendo quindi il perchè di queste richieste.

con ciò ed in virtù di quanto espresso, ritengo esaurita la funzione telematica di orientamento, per ciò che mi concerne.

cordialità





Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 700XXX

egregio dottor Laino sono andato dal mio medico ma nulla da fare; ha detto che per quel che gli riguarda riteneva opportuna una visita urologica e non dermatologica e che cmq sarebbe stato l'urologo poi a escludere problemi urologici ergo consigliarmi una visita dermalogica. proprio ieri sono andato dall'urologo nel foglio che mi ha consegnato c'è scritto:
viene per: belanite (mi sembra che ci sia scritto)
anamnesi: E. ob. fimosi/ brevità frenulo
diagnosi: frenulo breve
terapia ed esami consigliati: si consiglia frenulectomia
non sono ancora andato dal mio medico.. tuttavia dottore un frenulo breve può portare i miei disturbi? inoltre ribadisco che se il pene è flaccido riesco a togliere fuori il glande e e riesco a farlo con un po di dolore anche quando è in erezione.. conoscendo il mio medico dopo questa visita per lui il discorso è chiuso. lei dice che mi posso fidare?
grazie e mi scusi

[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Un frenulo breve può comportare diverse e dissimili situazioni: dalle infiammazioni locoregionali persistenti a casi di induzione (nei soggetti predisposti di Lichen sclerosus: ne ho visti e trattati diversi casi), da qui non è però possibile asserire che un frenulo breve sia la causa della sua patologia, esistendo molteplici altre cause patologiche.

si fidi ad ogni modo dei suoi medici e ci tenga aggiornati.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it