Utente 445XXX

Salve. Ho 37 anni e in seguito ad un controllo ematico ho scoperto bassi valori di sideremia e di ferritina (quest'ultima a 11). Ho sempre avuto un diradamento dei capelli, sin da ragazzina, con periodi di caduta, ma non posso affermare una connessione con questa carenza. Gli altri valori delle analisi (tiroide e altri esami più comuni) sono normali. Ora sto assumendo una compressa di tardyfer al giorno su prescrizione del mio medico di base, ma ho notato che i capelli cadono in maniera più massiccia, quasi a ciuffi, come non mai. Potrebbe essere un effetto negativo del medicinale? E la caduta potrebbe essere dovuta a questa carenza di ferro scoperta solo ora? Quali analisi potrei ancora fare? Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le Pz
È necessaria in visita dermotricologica completa ,con tricoscan ,tricogramma e diagnostica correlata.
Certamente la caduta attuale non può essere correlata alla assunzione di ferro,ma è verosimilmente l'onda lunga di noce patogene che partono da prima. Da individuare.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)