Utente 448XXX
Buona sera. Volevo porgere un quesito che mi preoccupa. Circa 8 mesi fa ho scoperto di aver contratto la sifilide dopo un rapporto sessuale comunque protetto. Sono stato avvisato in quell'occasione dal partner e di conseguenza dopo qualche tempo mi sono sottoposto agli esami di rito con riscontro di VDRL pos ( fatto solo un test qualitativo ) TPHA 1:1280 . Sono stato sottoposto alla terapia antibiotica con scadenza settimanale per tre settimane con penicillina G . per motivi di lavoro sono stato all'estero per 6 mesi e di recente tornato mi sono sottoposto ai controlli del caso .. che dimostrano VDRL 1:2 TPHA 1:680 ....posso ritenermi guarito anche se leggendo la VDRL dovrebbe essere negativa....oppure rientro nella cosi detta cicatrice sierologica? grazie e spero di ricevere una risposta

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente
È possibile che si tratti di una cicatrice sierologica, ma dal mio punto di vista gli esami dovrebbero essere approfonditi anche con le immunoglobuline specifiche. Non faccia di testa sua ma si affidi allo specialista di venereologia al fine di chiarire questa situazione. Carissimi saluti.
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it