Utente 455XXX
Buongiorno a tutti i dottori

Sono un ragazzo di 23 anni e ho un "piccolo" problema che però si sta protraendo nel tempo (20 giorni).

Circa 20 giorni fa durante un atto sessuale con la mia ragazza (siamo sani al 100% entrambi) lei mi ha "graffiato" con l'apparecchio fisso per i denti una piccola parte a destra dell'asta del pene, nel giro di 4/5 giorni la ferita si è rimarginata e la crosticina si è staccata lasciando la zona leggermente "decolorita" rispetto al resto del pene come normalmente succede in questi casi con la cicatrizzazione, il problema è il seguente:

il giorno dopo la caduta della crosticina ho avuto un rapporto sessuale (che ovviamente non accadeva da quando mi ero "ferito") e la ferita si è riaperta nuovamente .. passano altri 5 giorni e come prima cade la crosta, dopo 2 giorni ho riavuto un rapporto sessuale (questo è successo ieri) e la ferita si è nuovamente aperta, ora sto usando una crema cicatrizzante (unguento ai peg) che uso solitamente in situazione di ferite sul glande e con cui mi trovo molto bene.

Vorrei semplicemente evitare che la prossima volta si riapra ancora una volta la ferita, a livello di farmaci non penso nemmeno possiate consigliarmene qualcuno, volevo solo sapere se è semplicemente una questione di tempistiche dove sbaglio, ovvero a crosta caduta devo aspettare dell'altro tempo prima di avere un rapporto sessuale? La ferita ha bisogno di ulteriore tempo per "inspessirsi" come prima?

Grazie mille per le vs risposte in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Questa situazione mi pone dei dubbi: noto una discrepanza fra ciò che descrive come semplice graffio e questa recidivante tendenza alla ripresentazione della stessa.

Consiglio subito una visita dermovenereologica per chiarire la vicenda

saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 455XXX

Buongiorno Dr. Laino

grazie per il riscontro, parlo di semplice "spellatura" perchè nello specifico non ho mai avuto problemi di questo tipo, si è presentato appunto la prima volta a causa di uno "sfregamento" ma a ferita guarita si riapre come se non gli avessi datto abbastanza tempo per guarire del tutto, se la cosa persiste ovviamente farò le visite del caso, la mia domanda in questo consulto è se è possibile che debba semplicemente lasciare qualche giorno in più alla parte per sistemarsi del tutto prima di ri-avere un rapporto sessuale trattandosi di una spellatura da lieve trauma dovuto allo sfregamento appunto.

Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Io le consiglio di sospendere ogni ulteriore terapia e procedere con una buona visita dermo-venereologica che ha il compito di chiarire per bene questa situazione a mio avviso ancora tutto da chiarire.

Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it