Utente 419XXX
Gentilissimi Dottori,

Prima di esporvi il mio quesito vi faccio un piccola premessa. Sto vivendo un periodo della mia vita molto particolare e sono "ricascato" di nuovo nella mia ipocondria e quindi, come mi è capitato uguale anni fa, sto di nuovo facendo il tour dei medici, avendo così dispendio di soldi, tempo e stress.. a volte credo davvero di non uscirmene mai...

Comunque vengo al quesito.
Da diversi anni (credo 3 anni circa) mi è comparsa sulla pelle del pene (non so come spiegarvela correttamente ma spero di farmi capire) una piccola bollicina, tipo brufolletto superficiale, sembra contenga una piccola sacca di liquido (è l'impressione mia ovviamente) ed è grande circa 3,5 mm (con bordi regolari) e guardandola con la lente d'ingrandimento alla sulla sua punta ha un piccolo puntino nero (visibile facendoci molta attenzione e manipolandola ) tipo come quando si ha un pelo incarnito (più o meno). Il colore e' rosaceo (simile alla pelle ma leggermente più tendente al chiaro). Le dimensioni sono rimasti uguali negli anni, forse solo all'inizio era più piccola per poi crescere e rimanere tale ancora tuttora.
Circa un'anno e mezzo feci una visita dall'Urologo e glie la feci visionare e lui mi disse che non era niente ed era una cosa fisiologica che se volevo togliere un domani lo potevo fare ma solo facendolo fare da un medico e non fai da te (tipo schiacciare brufolo). Mi disse di stare tranquillo perché stirando la pelle del pene ne vide anche tante altre molto piccole, che non sono rialzate ma stanno superficiali alla pelle. Infatti stirando la pelle del pene le vedo anche io tante altre "simili" ma non rialzate come quest'ultima.
Diciamo che con il parere medico mi sono tranquillizzato ma oggi stavo vedendo una trasmissione sul Melanoma e la mia ipocondria si è fatta prepotentemente avanti e ho cominciato a farmi i miei soliti film e paranoie.
Ora capisco che chiedere una cosa del genere tramite internet è difficile fin quando non si ha il paziente avanti ma volevo chiedervi soltanto (se è possibile tramite questa sede) avere un vostro parere e se la mia paura è giustificata. Purtroppo arrivo al punto che non mi fido neanche più dei medici e metto sempre in dubbio.
Io comunque avevo intenzione di fare una visita Dermatologica con mappatura dei nei (che non ho mai fatto) ma avevo pensato dopo le festività perché vengo già da una serie di visite una appresso all'altra e sono entrato in un vortice dal quale non riesco a staccarmi. Volevo stare un po' sereno per poi dopo le feste fare un controllo di routine, ma affrontarlo con serenità e senza ansie che mi tolgono il sonno della notte.

Sperando ina una vostra risposta vi ringrazio per la cortese attenzione e per la pazienza nel leggere il mio prolisso e "paranoico" post e vi porgo i miei più cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente
Per placare l’ipocondria direi che sia necessario confrontarsi con lo specialista di riferimento: non ci sono modifiche Internet per poter fare una diagnosi soprattutto dermatologica, pertanto senza ansie immotivate direi di anticipare questo controllo e stare definitivamente sereno.
Tante, forse troppe sono le ipotesi perlopiù benigne sulle quali è necessario confrontarsi con lo specialista in venereologia. Cari saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 419XXX

Gentile Dr.Laino,

Innanzitutto grazie per la risposta e per l'attenzione.

Lei dice: "pertanto senza ansie immotivate direi di anticipare questo controllo" io purtroppo non riesco a non sentirmi ansioso dopo questa sua risposta.
Quindi lei mi sta dicendo che l'urologo che mi ha visitato circa un anno e mezzo fa non è stato attendibile ? Perché lui mi tranquillizzò e mi disse: " un domani che vorrai toglierlo lo farai ma non è niente di grave" purtroppo non mi ha detto neanche cosa fosse, ma che era solo fisiologico.

Mannaggia a me che mi ostino sempre a scrivere su questo sito che non fa altro che peggiorare la mia situazione, senza dare la colpa a voi medici ci mancherebbe anzi (vi fa onore quello che fate gratuitamente per altro) ma per la funzionalità in sé, se non si può dare un opinione senza vedere allora perché chiedere? Ho riscontrato personalmente sempre enormi differenze tra quello dettomi qua sopra e le visite reali. Mi scusi lo sfogo, ma sono davvero stanco. Perché finisce il controllo dermatologico e ne esce fuori un altro. Vengo da 4 visite specialistiche fatte negli ultimi 2 mesi.
Le ho detto che mi ha visto uno specialista un po' di tempo fa, ma vedo che secondo lei non basta e c'è da preoccuparsi.
E' una cosa che ho da circa 3 anni.
Quindi può essere una cosa maligna? un melanoma o qualche tumore della pelle e me lo sto tenendo addosso senza sapere ? Se fosse stata una cosa maligna dopo 3 anni forse non starei qui a scriverla, no? Almeno credo, ma io non capisco niente più.

Le chiedo ancora scusa per lo sfogo, ma spero che lei mi capisca.

Cordiali saluti.