Utente 452XXX
Buongiorno, dott.re sono un ragazzo di 34 anni e volevo chiedervi un parere. Una settimana fa ho notato una serie di "bollicine" pruriginose sul collo che mi hanno allarmato un po'. Mi sono recato dal medico che mi ha detto che si trattava dell'herpes zoster e mi ha prescritto il "Brivirac" (una compressa al giorno per 7 giorni). Dopo una settima la situazione sembrava essere sparita ma ieri ho notato di nuovo la ricomparsa di alcune bollicine nella stessa zona anche stavolta pruriginose e non capisco se sia dovuto ancora dall'herpes o no... Voglio precisare che non accuso nessun tipo di bruciore o dolore ma solo un leggero prurito. Solo per info, un paio di giorni dall'inizio del trattamento mi sono dovuto recare di nuovo dal medico curante perché avevo una macchia rossa (anch' essa pruriginosa) nell'interno coscia ma mi è stato detto che non si trattava di herpes ma di una micosi da trattare con pevaryl crema ( 2 applicazioni al giorno per 10 giorni) ma ad oggi, la macchia non è scomparsa. Ora vorrei chiedervi, le due cose possono essere in qualche modo collegate? E poi, possibile che dopo una settimana di trattamento col Brivirac l'herpes non sia sparito? (sempre se si tratti di herpes...)
In attesa di una vostra gentile risposta, vi auguro una buona giornata

[#1] dopo  
Dr.ssa Sonia Maria Devillanova

28% attività
20% attualità
16% socialità
SELARGIUS (CA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
L'herpes zoster è caratterizzato dalla comparsa di lesioni eritemato vescicolose che interessano solo una parte della zona interessata senza passare nell'altra parte, si dice che ha una distribuzione metamerica. È accompagnato da prurito, ma soprattutto bruciore e dolore. In condizioni normali le lesioni cutanee passano anche senza antivirale, che viene dato essenzialmente per contrastare il dolore post erpetico. Suppongo dalla descrizione che potesse trattarsi al massimo di un herpes simplex. Per quanto riguarda la lesione inguinale solo un esame microscopico può confermare la diagnosi di micosi o l'occhio esperto di un dermatologo. Cordiali saluti
Dr.ssa Sonia Devillanova