Utente 855XXX
Dopo intervento alla cute del glande per asportazioni di alcune neoformazioni,dal esame istologico e' stata fatta la seguente diagnosi:due neoplasie vascolari con aspetti morfologici di"emangioendoteliomi".Appare opportuna consulenza dermatologica per valutare la compatibilita' o meno di tali lesioni con una forma precoce di morbo di Kaposi.Chiedevo ulteriori chiarimenti e consigli a riguardo anche se gia' il chirurgo mi ha consigliato anche un consulenza oncologica e un test per l'HIV.Nell'attesa di una risposta,ringrazio e porgo distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La consulenza che deve fare non è oncologica, ci permetta, il morbo di Kaposi è un tumore che deve essere valutato in primis dal dermatologo: per la valutazione del referto istologico e per la valutazione delle lesioni cutanee.

cari saluti

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Prof.ssa Elisa Cervadoro

28% attività
0% attualità
12% socialità
PISA (PI)
STENICO (TN)
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
confermo l'approfondimento che già le è stato consigliato.
In alcuni soggetti che sono stati affetti da HIV , motivo per cui lo deve fare, si sviluppano alterazioni di tipo angiomatoso ovvero delle pareti dei vasi venosi o arteriosi o capillari che rappresentano una lesione evolutiva dopo la comparsa di HIV.L'emangioendotelioma (EH) è un tumore vascolare caratterizzato dalla proliferazione di cellule endoteliali con aspetto epitelioide.Si localizza in un ampio spettro di sedi con predilizione per tessuti molli, tessuto osseo ed organi parenchimatosi quali polmone e fegato. In letteratura sono state descritte numerose localizzazioni atipiche, con interessamento del cavo orale, collo, tratto gastrointestinale, peritoneo, linfonodi, cervello, meningi, mammelle, mediastino, pleura, cuore, milza, e tiroide.
Cordiali saluti
Dr. Elisa Cervadoro
Specialista in Dermatologia e Venereologia
Università Di Pisa

[#3] dopo  
Utente 855XXX

Intanto grazie per la risposta,mi chiedevo se dato che e' stato diagnosticato ad uno stadio penso iniziale,esistano ulteriori terapie e possibilita' di guarigione oltre l'asportazione chirurgica.Tralaltro,leggendo altri commenti presenti nel sito,la domanda sorge spontanea:c'e' il rischio che la patologia si diffonda ad altre parti del corpo e dio me ne liberi anche a qualche organo interno?Nell'attesa ringrazio anticipatamente.

[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

cerchiamo di fare un poco di chiarezza, anche su quello che le avevo scritto:

il morbo di Kaposi è una patologia molto particolare: la mia definizione come "non tumore" ovviamente non è completa:

in realtà in m. di Kaposi è una proliferazione celllulare di tipo endoteliale molto particolare; alcuni autori difatti hanno cassato il termine di "sarcoma" di Kaposi, proprio perchè soprattutto nelle fasi iniziali, l'assenza di mitosi istologiche e di cellule francamente neoplastiche non poteva relegarlo nelle classificazioni delle neoplasie altamente maligne.

tuttavia ad oggi è comunemente condiviso che il morbo di Kaposi è una entità nosologica classificabile come tumorale di basso grado; questo nelle forme iniziali e differenziate della patologia.

La necessità di classificare e differenziare questa entità da altre, rende ragione della esclusività della valutazione dermatologica e dermato-patologica di questa malattia.

Pertanto, pensare ora a ciò di più sfavorevole in un ambito di diagnosi differente da quella commentata, mi sembra lontano dalla realtà.

Rinnovo quindi l'invito alla scelta del dermatologo di fiducia per chiarire assieme ad esso ciò che è meglio fare per la tutela della salute.

cordialità
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#5] dopo  
Utente 855XXX

La ringrazio ancora una volta per l'ulteriore chiarimento in merito che mi ha fatto capire meglio.Cordialita'

[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Aggiungo che ogni nostra indicazione telematica non può mai soddisfare appieno le esigenze di salute dell'utente - paziente: si determini sempre e comunque con il suo medico che potrà spiegarle meglio cosa è necessario fare per la sua diagnosi ed il suo percorso clinico;

che sia Morbo di Kaposi (patologia seria e da guardare come molta attenzione, di competenza multispecialistica ma di riferimento dermatologico) o altro sarà necessario farlo stabilire a chi meglio di noi da questa sede sarà in grado di poter vedere e valutare.

cari saluti ancora.

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it