Irritazione con albero di fico bruciore e prurito che non passa

Buonasera gentili medici circa 3 settimane fa mentre seguivo un lavoretto di giardinaggio sono venuto a contatto per tanto tempo con le foglie e il latte di fico provocandomi delle forti bruciature su entrambe le braccia nei giorni a seguire ho applicato sulle braccia delle creme al cortisone consigliatomi dal mio medico di famiglia nel giro di una settimana mi ero riempito di bolle che andavano poi a seccarsi facendo cadere la pelle dal momento che la situazione non migliora a il mio medico mi ha ordinato bentlan punture 4 mg per 3 giorni e a seguire bentlan pillole per altri 3 giorni 2mg al.
Giorno integrato a robylas antistaminico bene adesso le braccia sono rimaste macchiate come quando si spella sono ancora arrossate a distanza di 3 settimane adesso che ho smesso col cortisone sento ancora bruciore e prurito che rovina le mie giornate sono stato attento a non espormi al.
Sole in questi giorni di fatti ho lavorato con delle maniche lunghe nonostante l insopportabile caldo di questi giorni ho letto che l albero di fico contiene delle sostanze che mixate con i raggi ultravioletti crea delle vere e proprie scottature che poi alla fine credo che siano proprio quelle che mi sia provocato io...cosa mi consigliate di fare?
Come mai continuino prendere antistaminico ma il prurito non cessa per nessuna ragione?
Sono disperato non credevo che ci volesse tutto sto tempo per guarire da un irritazione causata da una pianta grazie per l attenzione a risentirci.
[#1]
Dr. Arcangelo Padovano Dermatologo 28
Gentile utente
La sua è stata una reazione allergica fototossica causata dalle
furocumarine, sostanze presenti nelle foglie dell'albero di fico e dai raggi solari. Anche il lattice che sgorga dai rametti contiene enzimi in grado di ustionare e irritare la pelle.
L'entità del danno generato sulla sua pelle dipende essenzialmente dal suo fenotipo.
Dopo le operazioni di primo soccorso,mantenere la pelle idratata con un prodotto specifico,contribuirà ad accelerare il processo di rigenerazione dell'epidermide.
Comunque la migliore strategia difensiva da questa dermatite da contatto è evitare o ridurre il contatto con le sostanze irritanti e proteggersi dal sole.

Dr. Arcangelo Padovano

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio prima di tutto per la sua gentile risposta, il problema é che adesso a distanza di quasi 1 mese le braccia sono (quasi) guarite, sono rimaste delle macchioline dovute naturalmente all abbronzatura dico quasi perché ancora non in maniera irrefrenabile come prima ma sopratutto quando sono rilassato soffro ancora di prurito in quelle zone. Essendo che svolgo la professione di giardiniere mi copro bene per non prendere sole, le sembrerà una barzelletta ma giusto avantieri mi sono imbattuto di nuovo con un albero di fico ma stavolta sono andato preparato Manica lunga e felpa si sopra risultato mi si é infiammato il. Collo nonostante io non abbia avuto nessun contatto con nessuna parte dell albero in quella zona al massimo un po di polvere di segatura, con bruciore e prurito atroce che sto controllando con 2 mv di cortisone da 2 giorni e robilas antistaminico 1 al di non siamo ad uno stato grave come quello delle braccia che c erano nelle braccia ma da comunque un fastidio terribile, cosa mi consiglia di fare? Come mai il prurito alle braccia perdura dovrò tenermelo per sempre come quello al collo? Magari qualcosa per rafforzare il. Sistema Immunitario? Il Cortisone è l antistaminico mi calmano poco bruciore e prurito sulla parte applico anche una crema di aloe completamente naturale é possibile che non ci sia un rimedio per alleviare i sintomi? Mi scuso se mi sono dilungato e se l ho stressata con la lettura, a risentirci la ringrazio nuovamente saluti.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Scusate ma nessuno sa darmi una risposta???

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test