Utente cancellato
Salve, avrei un quesito da proporvi. E possibile che della peluria, non incolore, ma bionda, diventi mano a mano, se vengono effettuate cerette, o tolti tramite metodi meccanici (pinzetta), peluria, vera e proria, caratterizzata da peli neri...più in particolare, mi riferisco ad una leggera peluria sulla zona degli zigomi, e volevo sapere se era possibile che, effettuare cerette, su zone come gli zigomi, ricperte di peli piccolissimi e biondi, possa provocare in qualunque modo, la ricrescita di questi, ma coloriti, e più robusti...come anche per esempio che tagliarla questa pelusia, cioè che tagliare il pelo, provochi la sua riscrescita più forte...sono credenze popolari, o è verità...cioè avendo una leggera peluria, visibile magari anche solo in controluce, sul viso, escludendo la zona della barba, fino a metà guancia, e fino al pomo d'adamo, è possibile che nell'effettuare cerette, questa peluria poi ricresca sotto formi di peli veri e propri? cioè è una reazione verosimile ?? o una zona non ricoperta da peluria vera e propria, non potra mai diventare una zona invece con vera peluria? Cioè il pelo nella sua riscrescita, ricresce sempre con le stesse caratteristiche di prima? Grazie, aspetto una Vostra risposta.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Tagliare, asportare con ceretta o altri metodi non medici il pelo non cambia la sua natura: è facile che la crescita ormonale (vedendo il suo sesso e la sua età) stia condizionando questo processo naturale e fisiologico nell'uomo.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
11982

dal 2009
Dottor Laino, La ringrazio innanzitutto, per la risposta, la quale non va altro a confermare, durante questi anni dove mi sono servito di questo portale, la Sua disponibilità, e professionalità, Sua e di tutti i Dottori di questo sito. Ho analizzato la Sua risposta, e diciamo che ho capito, la risposta alla mia domanda, la quale però a sua volta produce altre domande...se posso...Lei dice che qualsiasi metodo, non medico, meccanico (pinzetta, taglio con forbici, ceretta, rasatura) non provoca in alcun modo il cambiamento della natura del pelo oggetto di queste pratiche...un pelo quindi, qualsiasi sia il trauma che riceve, strappo, taglio, rasatura, non subisce cambiamenti di natura...e parla di questi quindi, come di metodi non medici...mentre invece la classificazione dei metodi medici quali sarebbe? Se asporto, taglio, strappo, sono metodi non medici, quali sono invece i casi dei metodi medici? Poi Lei molto gentilmente mi fa anche un chiarimento alla mia domanda, che è facile che la mia crescita ormonale, vista l'età ( 21 anni) e il sesso, stia condizionando questo processo, che lei definisce naturale e fisiologico. Beh io in tutto questo, le dico la verità dottore, ho lottato contro un acne per diversi anni, la quale ora è solo un ricordo, ho vinto la mia battagglia, ma sento parlare di ormoni nell'uomo, di crescita ormonale, e mi sembra di parlare di una chimera...per esempio no, nelle donne, l'acne, può essere causato da ovaio policistico, e disfunzione seguente ormonale, e nella donna, l'acne viene anche curato, regolando la sua produzione ormonale, con la cosiddetta pillola. Molto rozzamente, ho descritto come nella donna, si affronti questa cosa...ma perché nell'uomo no? Cioè io ho sofferto d'acne, la causa dell'acne è iper produzione di sebo, da ghiandole allora volta stimolate troppo, dagli ormoni...ma perché non ho mai preso qualcosa che regolasse la mia attività ormonale? Cioè così come per la donna, non è possibile regolare l'attività ormonale dell'uomo? Lei dice che questo mio problema, può essere dovuto alla mia crescita ormonale, in che senso dottore, io ho 21 anni, e i miei ormoni sono ancora in crescita? Cioè è possibile che per il mio codice genetico, io dovrei avere una minore produzione e peluria, presenza di peli, ma che per un'attività, o crescita ormonale, sbagliata, io abbia questo problema? Non so se sono riuscito a spiegarmi...cioè è solo la donna allora che deve chiedersi e recarsi dal medico, per spiegarsi una peluria, un irstutismo, o un ipertricosi? Mentre l'uomo invece deve considerare ciò, solo un normale e fisiologico processo naturale? Ho molto chiara l'idea nella mia mente, ma forse non sono bravo a parole per spiegarla...cioè sarebbe normale se io per ereditarietà, per DNA, dovessi avere una quantità sulla nuca di peli pari a 10, e invece però mi trovassi con una peluria pari a 100, cioè è fattibile questo? Questo processo di cui Lei parla poi, è fisiologico e normale, nel caso la crescita ormonale sia corretta, e sana, giusto? Mentre nel caso questa crescita ormonale sia sballata, a sua volta lo sarebbero anche le conseguenze, che invece di essere fisiologiche e normali, diventano poi sballate a sua volta...cioè se io per crescita ormonale sana, dovrei nel mio futuro produrre altra peluria, pari a 10, è possibile che se questa crescita ormonale non sia sana, non corrisponda più a 10 poi nemmeno più la produzione di altra peluria? Dottore mis cusi, so di aver fatto un...macello, spero di essere stato chiaro, anche se ci conto poco, e spero di averVi reso almeno l'idea. Cordiali saluti, Luigi.