Utente 163XXX
Buona giornata. Sono un maschio di 57 anni che convive da 14 con una MGUS in IgM. Eseguo esami di controllo ogni anno. Nel corso dell'ultima raccolta urine delle 24 ore per la protinuria Bence Jones ho commesso una leggerezza. Ho omesso per sbadataggine di raccogliere una minzione (per l'esattezza la terza della giornata) che potrei quantificare tra 1,5 e 2,5 decilitri). Per non ricominciare la raccolta il giorno successivo, avendo impegni di lavoro, ho glissato sul fatto, presentando ugualmente il liquido al laboratorio il mattino dopo. Totale urine delle 24 ore 2400 (in realtà erano 2250 ma ho dichiarato 150 in più per la minzione perduta).
Il risultato degli esami sierologici e urinari è il seguente:
GB 7130 con formula di norma, solo lieve monocitosi HB 13,4 PLTs 276000 Creat 0.83 Calcio 2.32 LDH 340 Prot. tot. 6,5 IgM 843 IgG 874 IgA 69 Bence Jones assente K/L 3,54 dU proteine totali 247 mg/d OK ecografia addome e raggi x (no linfonodi ingrossati e scheletro a posto)
Le proteine totali dU però non avevano in precedenza mai superato il valori normali (esame precedente inferiori a 40). Fino a due giorni prima della raccolta urine ho assunto per 4 gg VELAMOX 1g (Amoxicillina) a causa di una lieve tonsillite. Inoltre da un paio di mesi pratico esercizio fisico in palestra. Non conoscendo le metodiche degli esami per la ricerca nelle urine della proteinuria di Bence Jones (è una indagine solo qualitativa o anche quantitativa?) e delle proteine totali, la presenza di un valore anomalo delle proteine totali sommato alla coscienza della scarsa cura nella raccolta delle urine delle 24 ore mi crea dubbi circa l'esattezza dell'accertamento negativo per la proteinuria di Bence Jones. In sostanza: una ricerca della BJ con urine 24 ore incomplete è decisamene da buttare oppure un certo significato diagnostico anche se non accettabile al 100% ce l'ha ugualmente? Esiste una possibile correlazione tra una proteinuria di BJ ed un valore anomalo delle proteine totali nelle urine? Una eventuale proteina di BJ sarebbe emersa anche con quest'ultimo tipo di esame (proteine totali), esame poi da approfondire? Se fosse possibile non vorrei ripetere tutto, eventualmente avvicinerei di sei mesi i prossimi accertamenti, ma nel contempo mi piacerebbe sapere se quelli appena eseguiti una certa valenza ce l'hanno :-)
Grazie per la cortese disponibilità. Cordiali saluti. Piero

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Ma non saranno quei 150 in più a falsare l'esame; ritengo sia attendibile; la Bence Jones è indagine qualiquantitativa che va a ricercare questa proteina particolare con certe caratteristiche propria di varie patologie; diverso il ricercare proteine nelle urine che vanno a determinare soltanto la presenza e quantità di proteine urinarie.
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 163XXX

Gent.mo dott. Baraldi, La ringrazio per la cortesia e la celerità della risposta. Temevo che che le proteine di BJ di una giornata potessero concentrarsi anche in una sola minzione, quella "saltata". Mi sembra invece di comprendere dalla sua risposta che nei casi di patologia sia piuttosto costante e regolare nel corso delle 24 h la loro espulsione nelle urine. Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente 163XXX

Egr. dott. Baraldi, Le scrivo a distanza di oltre otto anni dal mio precedente quesito per sottoporle un'altra richiesta di parere riguardante la mia MGUS in IgM K, con la quale convivo ormai da ventidue anni. Ho sessantacinque anni. Sono seguito da un centro ematologico di una grande città.
Fino al controllo del 2015 i valori delle IgM si sono mantenuti oscillanti tra i 750 e i 950 mg/dl (ottobre 2015 IgM 788 e componente monoclonale 8,4% - proteine totali sieriche 7,3 g/dl GB 8130 con formula nella norma Linfociti 2,71 10^9/L - HB 14,2 PLTs 259000 Creat 1,08 Calcio 2,58 LDH 781 IgG 883 IgA 128 Bence Jones 0 Sieroproteine Gamma 17,2%. Eco addome non epatosplenomegalia né linfoadenopatie RX torace non linfoadenopatie. Quadro stabile.
Nel controllo del novembre 2016 il quadro si è mantenuto invariato salvo un significativo aumento delle IgM che sono passate a 1180 mg/dl. IgG 857 IgA 113 in presenza di proteine totali sieriche per 7,6 g/dl e componente monoclonale 5,6%. GB 7600 con formula nella norma. Linfociti 2,65 - Sieroproteine Gamma 18,5%
Nel successivo controllo del novembre 2017 componente monoclonale cresciuta esponenzialmente a 12,8% - per un errore assente il conteggio delle IgM IgG IgA e delle proteine totali sieriche, ma la specialista non ha ritenuto necessario farmi rifare le analisi visto il quadro secondo lei stabile. GB 6800 Linfociti 2,51 - Proteine totali urinarie 49 mg/L proteine totali dU 93 mg/d Sieroproteine Gamma 20,3% - LDHs 307.
Nell’ultimo controllo effettuato nel novembre 2018 le IgM sono salite a 1476 g/dl e la componente monoclonale al 13%. Altri valori: Leucociti 8,12 10^9/L Eritrociti 4,31 10^12/L Trombociti 286 10^9/L monociti 0,78 Eusinofili 0,16 Basofili 0,05 Creat. 0,99 Proteine totali sieriche 7,3 LDHs 297 Calcio 2,54 Elettroforesi: Albumina 58% - Alfa 1 3,7 Alfa 2 7,9 Beta 1 5,2 Beta 2 4,3 Gamma 20,9. Catene Kappa libere 0.70 Catene Lambda Libere 0,88 rapporto Kappa/Lambda 0,8 (ratio 0,31-1,56) Bence Jones assente Immunoglobuline G 830 (range 840-1660) Immunoglobuline A 80 (range 90-385).
Ciò premesso la mia domanda è: se calcolo sui valori 2018 la percentuale di componente monoclonale del 13% sulle proteine totali sieriche otterrò un valore di 949 mg/dl, che se ho ben capito rappresentano il peso delle IgM monoclonali sul totale delle IgM stesse. Se poi sottraggo dal totale IgM che è 1476 mg/dl i 949 mg/dl di IgM monoclonali il risultato ottenuto è 527, che secondo il mio ragionamento dovrebbe rappresentare il mio quantitativo di IgM non monoclonali per mg/dl. Però 527 è ben al di sopra dei 220 mg/dl che rappresentano il valore massimo di riferimento per un soggetto sano (intervallo di riferimento 48-220). Se poi applichiamo lo stesso calcolo per i valori del 2016 il numero delle IgM non monoclonali è addirittura di 755 mg/dl.
Finchè i valori totali IgM si mantenevano a livelli simili a quelli del 2015, sottraendo il peso delle IgM monoclonali dal totale IgM, le policlonali restavano entro la norma (Esempio sul 2015: 7,3 proteine totali sieriche x 8,4% componente monoclonale = IgM monoclonali 613 mg/dl ma IgM totali 788 613 IgM monoclonali = IgM policlonali 175 mg/dl cioè valore nel range.
Ci ho pensato solo ora e sono preoccupato. Se il mio ragionamento fila oltre alla componente monoclonale ho anche dal 2016 IgM non monoclonali per valori molto elevati. Se è così che tipo di approfondimenti dovrei fare? Oppure avere una MGUS può sballare del tutto anche la produzione di Ig non monoclonali? La mia speranza è che sia così, altrimenti la cosa sarebbe balzata all’occhio anche dei medici che annualmente vedono i miei esami. Ma se non ci avessero fatto caso? Attendo con ansia una Sua cortese risposta. Cordiali saluti.