Utente
Buongiorno,
da due anni al mio papà hanno diagnosticato la mielofibrosi idiopatica. Attualmente è in cura con oncocarbide e cortisone. Dalle ultime indagini è risultata la presenza di blasti e l'ematologo che lo ha in cura ha detto che la mielofibrosi si è evoluta in leucemia e che, pertanto, dovrà essere cambiata la terapia.
Mio padre negli ultimi anni ha avuto una storia clinica molto difficile e dolorosa, con lunghi periodo di ricoveri in ospedale e diversi interventi chirurgici. Adesso temo che inizierà per lui un nuovo calvario.
Cosa dobbiamo aspettarci?
Grazie davvero per l'attenzione che vorrete prestarmi.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Tra le possibilità evolutive di una mielofibrosi c'è la leucemia; occorre valutare il tipo e fare la conseguente terapia
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente
la mielofibrosi idiopatica si può evolvere in quali tipi di leucemia? A parte il trapianto di midollo, che per l'età del mio papà non è praticabile, l'unica cura resta la chemioterapia?

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
In leucemia acuta mieloide. Il trattamento è con trasfusioni, farmaci citostatici ed anche un vecchio farmaco , nato per altre situazioni, il talidomide. Il trapianto è attuabile fino intorno a 60 anni
Un saluto

A. Baraldi

[#4]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Un'aggiunta a quanto da me detto in precedenza. Il ttrattamento a cui mi riferisco è quello per mielofibrosi
Un saluto

A. Baraldi

[#5] dopo  
Utente
grazie.