Utente 966XXX
Buongiorno, scrivo per un consulto riguardante mio marito, 35 anni,
Ai primi di ottobre, tastandosi casualmente il collo, ha avvertito una piccola pallina sul lato sn. Lui sta bene, non ha mai avvertito fastidi o dolore, nè avuto febbre o malessere generale. Il medico ci ha prescritto un'ecografia tiroidea cheriporto: TIROIDE IN SEDE DI NORAMLI DIMENSIONI E MORFOLOGIA. LUNGO LE CATENE LATERALI DEL COLLO SI APPREZZANO ALCUNI LINFONODI INGRANDITI, DI MORFOLOGIA ALLUNGATA, IL MAGGIORE IN SEDE SOTTOJOIDEA DI 1,5 CM.IL NODULO PALPABILE ALLA LOGGIA POSTERIORE SN. DEL COLLO APPARE SOSTENUTO DA LINFONODO DI TIPO REATTIVO, CON DIMENSIONI DI 0,7X0,3 CM.
In seguito abbiamo eseguito delle analisi (VES, ALT, AST, gGT, LAD, GLUCOSIO, SODIO, POTASSIO,CPK, ELETTROFORESI DELLE PROTEINE PLASMATICHE, EMOCROMO, PROFILO URINARIO)tutte rientranti nei range di riferimento. Solo nelle urine è segnalta la presenza di 5-10 leucociti per campo e rari cristalli di ossalato di calcio. Poi ha eseguito esami virologici:ANTI CYTOMEGALOVIRUS IGM E IGG - negativi, ANTI COXSACKIEVIRUS IGM E IGG - negativi e ANTI EBV VCA IGM e EA IGG negativi, mentre le IGG VCA e EBNA positivi. Questi ultime due sono le sole risultate positivi.
L'ematologo ci riceverà solo a dicembre, e nel frattempo ci ha detto telefonicamente che non vede nulla di preoccupante. Allora, in attesa della visita, io le chiedo per favore un suo parere e alcuni chiarimenti.
1)Da quello che si evince, pare abbia contratto in passato una mononucleosi, anche se non si è mai accorto di nulla, ma, una volta contratta, resta per sempre nell'organismo, giusto? Può riacutizzarsi e portare all'ingrossamento dei linfonodi?
2)L'ingrossamento potrebbe dipendere da ciò o anche da altro? Come si fa ad esserne sicuri?
3)E come si fa ad avere una datazione della mononucleosi e a sapere da quanto tempo sono ingrossati questi linfonodi?
4)Si può escludere un linfoma alla luce di questi esami?
5)Dovrà ripetere a distanza di tempo un'ecografia e gli esami del sangue?
6)La positività dell EBNA igg rimane sempre vero?Mentre quella del VCA igg si dovrebbe negativizzare nel tempo? Potrebbe questo far supporre che l'abbia contratta da non molto, qualche mese forse?
Grazie per la pazienza.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Rispondo ai vari punti:

1) Sono rarissimi i casi di riacutizzazione di mononucleosi; quello che rimane sono gli anticorpi Ig G che rappresentano la memoria immunitaria. Di norma una volta guarita non si ripresenta anche se il virus può rimanere allo stato latente.

2) non lo vedo in relazione a postumi di mononucleosi

3) Non si può definirlo ; si potrebbe fare un test cosiddetto di avidità per mononucleosi ma non ci darebbe certezze sui tempi.

4) Linfonodi definiti reattivi non fanno pensare ad alcun linfoma !!

5) Tra qualche tempo rifaccia l'ecografia

6) Presumo rimarranno tutte e due; può essere soltanto indicativo di infezione non troppo lontana un titolo alto di anticorpi
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 966XXX

Gentile Dottore mi scusi per il ritardo e molte grazie per la sua risposta. Avremo la visita ematologica il 6 dicembre. Se l'ingradimento dei linfonodi non possono essere attribuibili alla mononucleosi, come si fa ad andare alla ricerca di una causa specifica?Dopo quanto tempo è opportuno ripetere l'ecografia per vedere se la situazione si è normalizzata? Potrebbe essersi trattato di una tiroidite acuta che è passata inosservata?
Molte grazie

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Non si può risalire alla causa virale ma la dizione reattivi significa soltanto un'infiammazione da reazione ad agenti , spesso virali. Il discorso tiroidite può fare ingrandire i linfonodi vicini ma sarebbero stati alterati gli esami per la tiroide e/o gli anticorpi. Questi si possono sempre fare insieme ad eventuale visita endicrinologica
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 966XXX

La ringrazio e secondo lei quando potrà ripetere l'ecografia, visto che l'ha fatta il 21 ottobre scorso?Un'ultima cosa cortesemente. Mio marito ad aprile ha avuto un'infezione da dientamoeba fragilis potrebbe esserci un nesso o no? ma si tratta in questo caso di batteri, giusto?
Grazie mille

[#5] dopo  
Utente 966XXX

Gentile Dottor Baraldi,
mi scusi, molto probabilmente le chiederò una banalità, ma è un dubbio che ho da un pò di tempo (oltre a quello descrittole sopra). Da circa 2 anni mio marito ha dolore alla spalla sn. e da esami radiografici, eco etc. non è emerso nulla. ha fatto trattamenti fisioterapici, shatsu ma senza ottenere alcun miglioramento. Ultimamente gli ho sto facendo dei massaggi al collo e alla spalla con l'unguento di ginepro. Potrebbe, la penetrazione di quest'ultimo causare un'infiammazione dei linfonodi laterocervicali? Oppure potrebbe il dolore stesso alla spalla causare ciò? O la causa è da ricercarsi sempre all'interno dell'organismo per un'infezione etc.?
Molte grazie

[#6]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Signora, non veedo molta relazione con l'unguento di ginepro ed i linfonodi; stia tranquilla, rifaccia l'ecografia in questo mese, ma senza allarmi
Un saluto

A. Baraldi

[#7] dopo  
Utente 966XXX

la ringrazio molto.