Utente 185XXX
Buongiorno vorrei avere un consiglio in merito a una terapia propostami per un problema legato ad un flusso mestruale molto abbondante e di durata superiore alla settimana. Ho 37 anni e soffro da sempre di questo disturbo.
Ho fatto le analisi del sangue ed ormonali, comprese quelle per la tiroide, e quelle per la trombofilia.
La ginecologa ritenendo i risultati nella norma mi ha prescritto Ugurol da prendere per tre giorni durante le mestruazioni, nella misura di 5 fiale al dì. Riporto i risultati genetici ed il valore dell’omocisteina che ho capito ,dalla lettura del forum, essere molto importante. Vorrei chiedere se le mutazioni che ho possono causare qualche tipo di rischio, in particolare quella del beta fibrinogeno per questa terapia o eventualmente per l’uso della pillola e cosa significano nel loro insieme.
Grazie mille
Fattore V (Leiden) NORMALE
Fattore V (R2) NORMALE
Fattore II (protrombina) NORMALE
Fattore XIII NORMALE
Beta Fibrinogeno ETEROZIGOTE mutazione ricercata ->455G>A(-)
PAI-1 45/5G
Antigene Piastrinico 1a
MTHFR C677T NORMALE
MTHFR A1298C ETEROZIGOTE
APOLIPOPROTEINA B-100 NORMALE
P-OMOCISTEINA 8.0 (umoli/L 5.0-12.0)

Grazia ancora

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Le mutazioni che lei ha in eterozigosi ricorrono con una certa frequenza ed indicano soltanto una eventuale maggiore predisposizione per problemi vascolari, quindi NON CERTEZZA; Sulla terapia deve decidere la sua ginecologa che la conosce direttamente, ma questo flusso abbondante non è in relazione con le mutazioni
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 185XXX

Buongiorno dottore, la ringrazio molto per la celere risposta. Il mio dubbio è che queste mutazioni possano rendere non indicato l'uso dell'ugurol o della pillola, che la ginecologa mi ha già prospettato.
Grazie ancora per la sua attenzione.

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Riguardo la pillola dovrebbe fare, se non l'ha già fatto, uno screening trombofilico completo di cui queste mutazioni sono soltanto una parte degli esami.
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 185XXX

Buongiorno Dottore, credevo che lo screening trombofilico che ho fatto, fosse completo. Quali esami mancano?
Grazie ancora per le sue risposte.

[#5]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Lo screening completo è il seguente:

PT, aPTT, Fibrinogeno attività, Antitrombina attività, Conta piastrine, Ricerca LAC, Anticorpi Anticardiolipina (IgG+IgM), Anticorpi Anti beta2 Glicoproteina I (IgG+IgM), Proteina C attività , Proteina S libera, Mutazione R506Q (Fattore V Leiden), Mutazione G20210A, Omocisteina
Un saluto

A. Baraldi

[#6] dopo  
Utente 185XXX

Grazie mille, è la prima volta che utilizzo questo sito e non mi apsettavo tanta attenzione e disponibilità. Approfitto allora per chiedere un ultimo parere in merito al mio problema. Mi sono arrivate le mestruazioni ed ho utilizzato Ugurol come prescritto dalla ginecologa. La dottoressa mi aveva indicato di iniziare la terapia appena il flusso cominciava a farsi "importante". Purtroppo non ho potuto seguire alla lettera la sua indicazione perchè il primo giorno di flusso si è presentato da subito più abbondante del solito(mentre in genere è nella norma, al contrario del 2/3 giorno che spesso mi obbligano a non uscire di casa)ed io ero sprovvista del medicinale.Il 2° giorno ho avuto una vera e propria emorragia che mi ha costretto a letto e che le 5 fiale di ugurol (3 prese subito la mattina e 2 la sera)non hanno minimamente ridimensionato. La stessa situazione si è ripetuta per il 3° giorno. Mi chiedo, il fallimento della terapia è dovuto al fatto che non ho preso da subito il medicinale? Quale può essere la spiegazione? Ho cercato di darmi una risposta, visto che riponevo molte speranze in questa terapia e per me è stato uno schock rilevare la sua inefficacia oltre che trovarmi in una situazione così debilitante.E' possibile che l'uso che avevo fatto dell'aspirina fino a 5 giorni prima (per curare un raffreddore ed una nevralgia ad un ginocchio)ha reso il flusso ancora più emorragico del solito e vanificato l'effetto dell'ugurolo?
Grazie ancora per le risposte che vorrà darmi.
Cordiali Saluti.

[#7]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
POtrebbe esserci un nesso tra utilizzo dell'aspirina e flusso ancora più abbondante; devo dirle anche , però, che sono d'accordo con la sua ginecologa perchè molto spesso , in queste situaziioni, è l'utilizzo della pillola la terapia più efficace
Un saluto

A. Baraldi

[#8] dopo  
Utente 185XXX

La pillola riduce il flusso mestruale, ma da cosa dipende un flusso così abbondante? Gli esami ormonali vanno bene,compresi quelli della tiroide, l'ecografia pelvica non rileva elementi che possano giustificarlo. Più di una volta con medici diversi è stato indagato questo problema ma non è mai stata individuata la sua causa. Quali altre ipotesi si possono fare? Mi rendo conto che la pillola e l'ugurol possono essere delle terapie per gli effetti che producono, ma non arrivare a capire la causa è deludente soprattutto dopo le tante analisi fatte nel corso del tempo.
La ringrazio e
colgo l'occassione per augurarLe un buon anno!

[#9]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
La causa di un flusso abbondante non può essere sempre scoperta, perchè spesso è proprio un fatto costituzionale, quando , dopo vari esami, vengono escluse tutte le altre cause organiche
Un saluto

A. Baraldi

[#10] dopo  
Utente 185XXX

Salve Dottore,
La ringrazio per tutte le risposte che ha dato ai miei quesiti.
Forse c'è qualcosa che la medicina non è riuscita ancora a capire su questo fenomeno perchè mi sembra impossibile che una natura "normale" causi una mestruazione così invalidante da non permettermi di uscire di casa e impedirmi di svolgere le normali azioni della vita quotidiana.
Grazie comunque per la sua attenzione.
Cordiali Saluti