Utente 202XXX
Egregio Dottore, mi rivolgo a Voi per avere un primo quadro di valutazione.
Mia mamma (75 anni) circa 1 anno fa gli era stata diagnosticata una variazione della proteina beta, dopo elettroforesi. Eseguiti successivamente gli esami per ricerca della proteinuria di bence jones (ottobre 2010) ha prodotto esito negativo di immunofissazione con IgA Lambda (valore 0,1 ml/l). Oggi il quadro è mutato e si riscontra:
- VES 20
- Immunofissazione POSITIVA
- IgA Lambda 0,2 (leggermente variata rispetto la prima)
- Elettroforesi proteica nei limiti
- Creatinina nei limiti
- Proteina C reattiva ampiamnete nel limite
Inizialmente, ad ottobre 2010, nel referto delle analisi si legge: proteinuria fisiologica.
Oggi mia mamma è in buona salute. Presenta solo un dolore lombare quando permane seduta per molto tempo.
Il quadro delineato può far sospettare la presenza di una gammopatia monoclonale riconducibile a un MM?
Come procedere? Bergamo è un centro specializzato dal punto di vista ematologico?
Ringrazio per la gentile risposta.

[#1]  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Trattasi di gammapatia monoclonale non in evoluzione (non è Mieloma). Come procedere? Con follow-up clinico-strumentale.
Bergamo/Ematologia? Tra i migliori centri non italiani, ma al mondo!!!.
Saluti
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#2] dopo  
Utente 202XXX

Ringrazio per la gentile risposta.
E' utile ora ricercare la proteinuria di Bence Jones? Le catene leggere Kappa o Lambda non sono già state valutate nei precedenti esami?
Un'ultima domanda. Al termine "Non in evoluzione" quale significato possiamo dare?

Grazie per l'attenzione e la professionalità dimostrata.

[#3]  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Relativamente all'approfondimento diagnostico strumentale è utile che lei segua i consigli dei Colleghi dell'Ematatologia di Bergamo, approfondimenti che saranno secondari dopo una attenza valutazione dello stato clinico. Relativamente alla non evoluzione:
guardiamo la cinetica di aumento (raddoppiamento, etc) del picco monoclonale nel tempo, e a quando sembra, in riferimento ai precedenti, appare stabile.
Di nulla. La saluto. Mi fa sapere?
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#4] dopo  
Utente 202XXX

Egregio Dottore, abbiamo oggi ritirato RX lombare e anca.
- Rachide Lombo-sacrale: Scoliosi destro-convessa. Non spondilolistesi.Avvallamento delle limitanti somatiche superiori L2, L3 e L5. Osteoporosi.Ridotto lo spazio intersomatico L5-S1.
- Bacino: coxartrosi bilaterale, più marcata a SX (dove lamenta più dolore). Sclerosi delle sincondrosi sacro.iliache. Osteoporosi.

La precedente RX (anno 2005): Scoliosi lombare DX convessa.Diffuse e marcate alterazioni sponfilo artrosiche in sede dorsale e lombare. Gli spazi intervertebrali sia cervicali che lombari permangono ancora rispettati. Fibroma calcifico in sede pelvica.Rapporti coxofemorali rispettati.

Non abbiamo ancora sentito un ematologo. Stiamo aspettando l'esito dell'esame sangue e urine per la ricerca della proteinuria di bence jones (che a me pare già evidenziata nei precedenti esami).

Possiamo aggiungere qualche nuovo elemento per l'inquadramento clinico?

Quali sono eventualmente gli ulteriori esami da richiedere per la valutazione strutturale?

Ringrazio.

[#5]  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Nulla di patologico (sembra):
non evidenza di aree di osteolisi tipiche del mieloma multiplo.
L'esame dirimente per la valutazione ossea in paziente con "sospetto" mieloma con interessanebto osseo è la RMN della colonna vertebrale in toto.
Credo alla fin dei conti la sua mamma avrà bisogno di solo follow-up dopo inquadramento completo.
La saluto
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#6] dopo  
Utente 202XXX

Ringrazio per la sua professionale risposta.
Aggiungo esito esami di laboratorio:
VES 21 (<39)
Proteine 7,2 g/dl (6 - 8)
Albumina 55,8
Alfa 1 5
alfa 2 10,8
Beta 1 9,4
Beta 2 3,8
Gamma globuline 15,2
Ratio Albumina/Globuline 1,26 - presenza di componente monoclonale in zona Beta 1 di tipo IgA-lambda.

Fattore Reumatoide 75 U.I. (<20)
Proteina C Reattiva 0,2

Proteinuria Bence Jones ASSENTE

In attesa di un consulto da un Vostro collega ematologo, riusciamo a dare una risposta più precisa alla patologia?
Ringrazio per la gentilezza e la tempestività nelle risposte.

[#7]  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Confermo che non si è difronte a mieloma multiplo. Resta una gammopatia monoclonale di incerto significato.
Saluti
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#8] dopo  
Utente 202XXX

Ringrazio per la risposta che è sovrapponibile a quella del collega di Bergamo, ovvero conferma che trattasi di gammopatia monoclonale idiopatica che non necessità di cura bensì di esami ogni 6 mesi per valutare l'eventuale evoluzione.
Mi rimangon alcuni dubbi:
- il fattore reumatoide, non preso in considerazione, che cosa rappresenta per il paziente?
- la possibile evoluzione da cosa dipende? Potrebbe anche regredire nel tempo?
- perchè non è consigliato l'utilizzo di farmaci (eventualmente) anche chemioterapici?
- le sigle utilizzate nel referto medico, formula %: N62 L29 M76 E3, cosa indicano?
Scusandomi magari per gli interrogativi sottoposti alla Vostra attenzione, ringrazio per la precisione e per la professioanlità che avere dimostrato.

[#9]  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Le mie risposte alle sue domande sono in MAIUSCOLO:

- il fattore reumatoide, non preso in considerazione, che cosa rappresenta per il paziente?

E' DA INDAGARE DAL PUNTO DI VISTA REUMATOLOGICO; TRATTASI DI ALTERAZIONE DI ESAME DI LABORATORIO CHE ASSUME CARATTERISTICA PATOLOGICA SE SI ACCOMPAGNA AD ALTERAZIONE DEL QUADRO CLINICO.

- la possibile evoluzione da cosa dipende?

A TUTT'OGGI NON SI SA PERCHE' EVOLVE E DA COSA DIPENDE.

Potrebbe anche regredire nel tempo?

NO. E' UN MARKER CHE SI PORTERA' DIETRO PER SEMPRE.

- perchè non è consigliato l'utilizzo di farmaci (eventualmente) anche chemioterapici?

ASSOLUTISSIMAMENTE NOOOOOO. QUALSIASI COSA VIENE FATTA E' SPERIMENTALE MA SOPRATTUTTO SBAGLIATA!!!!!

- le sigle utilizzate nel referto medico, formula %: N62 L29 M76 E3, cosa indicano?

N=NEUTROFILI, L=LINFOCITI, M=MONOCOTI, E=EOSINOFILI.
FORMULA LEUCOCITARIA CHE RISULTA NELLA NORMA.

LA SALUTO
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!