Utente 106XXX
Salve Dottori, volevo raccontarvi la mia storia e chiedervi un consiglio.
Da piccolo (all' età di 2 anni) ho avuto una piastrinopenia acuta (PLT 1000/µl), venni ricoverato d' urgenza e i medici iniziarono una terapia con Ig ev. ad alte dosi.
Tuttavia a circa un' ora dall' inizio dell' infusione riscontrarono un' "intensa reazione anafilattica" pertanto sospesero l' infusione ed intrapresero una terapia steroidea ad alte dosi.
Successivamente ci fu una progressiva risoluzione del quadro clinico in circa 10 giorni.
Da allora non ho avuto più problemi di questo tipo (attualmente ho 25 anni).
Siccome mio padre è morto all' età di 48 anni per infarto del miocardio mentre mia zia paterna era affetta da piastrinopenia nonché siccome un po' tutti nella famiglia di mio padre hanno avuto problemi di cuore etc etc e visto che mia sorella ha riscontrato una mutazione tipo Laiden del gene del Fattore V, ho deciso di andare a fare un bel controllo dall' ematologo anch' io (diciamo giusto perché ero curioso di vedere che tipo di eridità fosse toccata a me).
In pratica attualmente le piastrine sembrerebbero OK, ma hanno trovato due mutazioni:

• La Prototrombina in eterozigosi;
• La mutazione C677T del gene della 5,10 metiletetraidrofolato (MTHFR);

In più l' omocisteina era alta così il mio ematologo mi ha prescritto tutti i giorni (da prendere a vita) folina 5mg che in pratica è acido folico.
Per ora controllo periodicamente l' omocisteina e ringraziando Dio i valori sono nella norma.

La domanda è: siccome ho un terrore matto dell' aereo, mica ci sono problemi a prenderlo? In realtà io l' ho già preso l' anno scorso e un po' per suggestione o altro, sono stato male tutto il tempo (giramenti di testa, mi sentivo come se mi stesse per sanguinare il naso, mi mancava l' aria etc etc ...)
Adesso dovrei riprenderlo perché con la mia ragazza abbiamo organizzato una vacanza, ma a seguito di questo mio "malore" ho cominciato a leggere in internet e purtroppo ho letto che l' aereo può portare problemi di embolia, trombosi ecc... ecc... e mi sto un po' preoccupando in quanto ora il viaggio sarà un po' più lungo rispetto a quello fatto l' anno scorso.
Non vorrei che per questo fatto del sangue io possa avere problemi ad andare in aereo ... eventualmente dunque volevo sapere se è necessario che mi sottoponga a qualche visita medica prima della partenza oppure posso andare tranquillo perché magari ho inteso male quanto letto in internet.
Come avrete capito io non ci capisco nulla di sangue anzi la sola parola mi fa impressione :)
Penso che purtroppo il fatto che da piccolo (in ospedale) mi svegliavo sempre con un bel po' di sangue sul cuscino abbia influito molto nel far nascere in me questo mio timore nei confronti della parola.

Grazie infinite per il vostro aiuto e scusatemi se vi faccio perdere tempo con queste cose, mi rendo conto che ci sono situazioni ben più gravi, ma se vorrete aiutarmi lo stesso ve ne sarò grato.

Cordialità

[#1]  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Prenda puri tutti gli aerei necessari per andare in vacanza. La sua sintomatologia in occasione di precedente volo era legata a sindrome ansiosa. Durante il volo stia spesso in piedi e quando è seduto faccia esercizi da mettere in contrazione i muscoli degli arti inferiori.
Buone vacanze.
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!