Utente 196XXX
Salve non so se poter esporre questo quesito in questo settore, cmq in breve racconto la mia storia: nel 2003 ho avuto un rapporto a rischio, dopo 9 mesi ho fatto il test hiv ed è risultato negativo, da li fino a dicembre dell'anno scorso ho avuto solo una strana febbre, sempre mal di gola, ma verso febbraio le cose sono peggiorate, gengive e denti neri, stanchezza, vene delle gambe evidenti che formano cerchietti, confusione mentale molto vicino alla demenza e distacco emotivo, così ho rifatto il test hiv anche questo negativo, ma leggendo su internet e vedendo che in fase di aids conclamata il test si può negativizzare ho fatto la tipizzazione linfocitaria, i risultati sono questi:
Sottopopolazioni linfocitarie:
Metodo: Citofluorimetrico

LINFOCTI (cd3+) 72% valore di riferimento 65 - 85

T HELPER(CD4+) 41% valore di riferimento 35 - 55

T SUPPRESSOR (CD8+) 19% valore di riferimento 15 - 35

LINFOCITI B (CD19+) 8% valore di riferimento 5 - 15

NK (CD16+) 11% valore di riferimento 5 - 20

CD4+/CD8+ 2,16 valore di riferimento 1,2 - 2,5

Ora quello che volevo sapere io innanzitutto come sono i risultati? Perchè non sono espressi a numero, in pratica io quanti linfociti cd3 ho, la percentuale del 72% non è poco se il valore di riferimento è di 65 - 85, e i cd8 la percentuale è 19 e il valore minimo è 15, quindi possono scendere, cioè io se veramente avessi l'aids (che mi avrebbe portato il sarkoma di kaposi e la demenza) e non mi sono mai curata in tutti questi potrei avere un sistema immunitario così? Questa analisi è giusta o devo farne un'altra o ripeterla, vi prego vorrei chiudere definitivamente la storia dell'aids, ce l'ho o non ce l'ho posso tranquillizarmi o devo andare avanti nelle ricerche. Grazie.

[#1]  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Tipizzazione nella norma. Relativamente al suo stato di salute (demenza e distacco emotivo) le consiglio una valutazione neurologica e/ psichiatrica, le può essere di grosso aiuto.
La saluto
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!