Utente 229XXX
Salve,sono una ragazza di 27 anni.
ad Agosto mi è stata diagnosticata un'anemia sideropenica, mai avuta prima.
Avevo emoglobina a 6,6;Htc 23,2;MCV 50,1; G.B. 8630;G.R. 4630000; Reticolociti 2,09%;sideremia 9; transferrina 309 con sat. 2%; ferritina 1; piastrine 700, folati 3,4; vitamina b12: 384. Ho avuto una emotrasfusione e mi hanno effettuato una cura marziale per via endovenosa( 6 flebo di ferro). Ho eseguito gastroscopia ( con diagnosi di ernia iatale e gastrite cronica), esame sangue occulto con esito negativo. Mi è stato detto che la carenza di ferro era causata da alimentazione scorretta. Mi hanno consigliato l'assunzione per 3 mesi di Prefolic.
Un mese dopo(settembre) ho effettuato le analisi: l'emoglobina era salita(10,9); le piastrine 606, la sideremia era 33; transferrina 265 con saturaz. 8%; ferritina 52; viaminaB12 343...sembrava che la situazione stava migliorando.
Ad ottobre i risultati delle analisi sono: sideremia 39, transferrina 260 con sat. 10%, Hgb 11,8; Hct 34,1; PLT 434; reticolociti 0,79%; ferritina 14.
I primi di novembre ho rifatto le analisi e ho ritrovato dei valori di nuovo anormali: l'emocromo è ok (emoglobina normale 12,2, anche MCV,Htc, G.R.,G.B. Però ho di nuovo le piatrine alte (479, con MPV 4,9), la transferrina alta(293 con sat. 7%),sideremia 32, ferritina 5.
Perciò la ferritina è passata da 52 di settembre, 14 ad ottobre, 5 a novembre.
Premetto che sto ancora usando prefolic e sto cercando di alimentarmi con cibi ricchi di ferro.Perchè la ferritina si sta abbassando, se sto assumendo sempre cibi ricchi di ferro e sto assumendo prefolic? Non è che siccome si sta abbassando nuovamente la ferritina, anche l'emoglobina si abbasserà?
Quali altri esami posso effettuare per cercare di arginare questo problema?
Vi ringrazio per l'attenzione.

[#1]  
156628

Cancellato nel 2015
Salve.
La ferritina è indice dei depositi di ferro nell'organismo. Con la Sua storia clinica un andamento di quel tipo è del tutto giustificato, dal momento che ha fatto solo sei infusioni, le quali hanno permesso di aumentare temporaneamente la disponibilità dell'elemento per la sintesi di emoglobina (che infatti è salita progressivamente, da 6.6 a 12.2 g/dl). Quindi quel ferro, molto semplicemente, è stato utilizzato.
Non si può prevedere se la correzione dell'alimentazione sarà sufficiente a consentirLe una normalizzazione della ferritinemia, poiché entrano in gioco almeno altri due fattori ugualmente importanti: la capacità di assorbimento del ferro introdotto con la dieta e la perdita fisiologica (flusso mestruale).
Stia serena e controlli l'andamento dei valori ematici. Se necessario, oltre alla dieta, Le prescriveranno un'integrazione di ferro con preparati farmacologici ed eventualmente altri cicli di ferro endovena (in quest'ultimo caso previa eventuale esecuzione di ulteriori accertamenti).
Saluti,

[#2] dopo  
Utente 229XXX

La ringrazio!
Cordiali saluti!

[#3]  
156628

Cancellato nel 2015
Prego.
Saluti,