Utente 276XXX
Salve! Scrivo qui per chiedere un consulto riguardo a valori leggermente anomali che ho ragione di credere congeniti, essendo molto antichi.

Ricopio qui i valori dell'emocromo:

WBC 5.590
Neutrofili: 42 %
Linfociti: 40,3 %
Monociti: 10,7 %
Eosinofili: 6,6 %
Basofili: 0,4 %


Neutrofili: 2.348
Linfociti: 2.253
Monociti: 598
Eosinofili: 369
Basofili: 22


RBC: 5.350.000
HB: 14,6
Ematocrito: 42,4
MCV: 79,3 (lo riporta fuori norma, il minimo indicato è 80, ed è quasi sempre al di sotto della norma)
MCH: 27,3
MCHC: 34,4
RDW -SD: 37,7 fL (minimo 38)
RDW - CV: 13,2 %


PLT 273 000 (tre settimane dopo sono 198 000, ed ho notato consultando referti più vecchi che c'è una variazione da anni in un range che va da 150 000 a 280 000 circa)
MPV : 11,2 (massimo 11)
PDW: 13,1
Perc. piastrine grandi: 33,9



Le domande nello specifico sono: devo preoccuparmi per l'alterazione nella formula leucocitaria? Ho motivo di credere che sia congenita, in quanto questi valori sono più o meno costanti tranne rare situazioni in cui i neutrofili sono saliti intorno al 60%.

I globuli rossi appaiono essere di più del normale ed un po' più piccoli. Mia madre dice che si tratta di anisocitosi, ma non ho conferme. E' compatibile con i valori riportati? dovrei approfondire?

Le piastrine..come mai queste fluttuazioni? Questo valore mi preoccupa abbastanza perchè a breve dovrò sottopormi ad un intervento chirurgico (rimozione cisti ovarica in videolaparoscopia)


Grazie per l'attenzione!

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non vedo problemi , in base a questi esami. Farei soltanto, in accordo con il suo medico, anche i tests per microcitemia se non l'ha già fatti, ma non ci sono problemi, stia tranquillo
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 276XXX

Grazie Dottore...
il punto è che sia io che mia sorella presentiamo questo quadro ematologico.
Tuttavia ci sono delle variazioni da un emocromo all'altro, ed in alcuni esami i globuli rossi appaiono normali..
Ad esempio, questo, risalente a pochi mesi fà:
RBC: 4,91
MCV: 86,2 fL
RDW: 12,9 %


E, sempre da queste analisi, i leucociti:
Neu 67,1 % = 6,9x10^6/mL
Linfociti: 21,9 %= 2,2 x 10^6/mL
Monociti: 7,6%= 0,7x 10^6/mL
Eosinofili: 3,0% = 0.3x10^6/mL
Basofili: 0,4%= 0,0x10^6/mL (un errore? perchè sono lo 0,4% e in valore assoluto risultano nulli? .. vabbè!)



Poi mi viene in mente un altro problema..essendo di norma i neutrofili tra il 40 ed il 50% e generalmente inferiori alle 3000 unità, quando si presenta un quadro come quello sopra devo considerarlo come un aumento dei neutrofili e quindi considerare un possibile quadro di infezione?


Grazie

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non vedo problemi di infezioni ed un raffronto tra gli emocromi si può fare se effettuati sempre presso la stessa struttura. Il numero dei bianchi puo variare nel tempo , sempre restando in ambito di normalità
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 276XXX

Grazie dottore..

[#5] dopo  
Utente 276XXX

Per quanto riguarda i rossi..è che, andando a scartabellare un po' di emocromi (anche dalla stessa struttura), diciamo che in media 3 emocromi su 10 mi danno un profilo di globuli rossi normale, con numero al di sotto dei 5.000.000 , MCV sopra 80 (anche 86 o 88, ad esempio) ed RDW nella norma.

Se fossi microcitemica, l'MCV non dovrebbe essere costantemente al di sotto della norma ed RBC sempre al di sopra? RDW inoltre è sempre nella norma o poco più basso (quindi forse non c'è anisocitosi, dico bene?)

[#6] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
L'anisocitosi non dipende dal volume globulare nè dal numero dei rossi. Anisocitosi significa soltanto globuli rossi di dimensioni differenti , più piccoli e più grandi , tutto qui, nè vedo , in base ai valori, microcitemia. Stia tranquilla
Un saluto

A. Baraldi