Utente 879XXX
Mio figlio sta facendo un check dopo un anno trascorso all'estero per lavoro. Ha 30 anni, altezza 1,78 e peso 71 Kg. Non fuma, è di robusto appetito, digerisce bene, è attivo, pratica qualche attività fisica, ultimamente abbastanza intensa con lunghe camminate in montagne e alcune decine di Km in bici. Beve birra in modo non esagerato con gli amici (così mi dice) e si concede qualche coktail nelle serate in compagnia, di solito non beve vino ai pasti. Nelle analisi del sangue è risultato quasi tutto nella norma (Emocromo, Azotemia, Uricemia, Trigliceridi, Colesterolo HDL, Bilirubina Tot., Got-AST transaminasi, quest'ultima con 39 U/L con int,di rif 46) . Le urine nella norma. Il colesterolo tot è 214 (rif. fino a 200) e la Transaminasi GPT-ALT 88 U/L (rif. fino a 49). Ho mostrato queste analisi al medico di base che mi dice di star tranquillo su questi due valori perché il primo (col.tot.) dovuto a qualche eccesso nella dieta, il secondo alla birra che avrà bevuto in compagnia . Per questo motivo ritiene inopportuno un esame di controllo a breve. Chiedo se è corretta questa impostazione o mi devo preoccupare di fare a breve una nuova analisi e confrontare il risultato, oppure attendere il mese di dicembre dopo "una sospensione dell'assunzione di birra" come suggerisce il mio medico.
Nell'attesa di risposta ringrazio vivamente.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
L'ipotesi diagnostica del suo curante è condivisibile.
A parte dei controlli routinari, sarebbe prioritario, oltre che assai opportuno
chiedere a suo figlio di modificare lo stile di vita,
onde evitare nel medio-lungo termine epatopatie croniche.

Distinti Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 879XXX

Gentilissimo, dottore, mi tranquillizza e, senza dubbio, gli suggerirò quanto da lei suggerito nella speranza che mi porga ascolto. Importante, per me, era che la diagnosi sia corretta ed io sarò vigile, per quanto mi è possibile, per seguire i saggi consigli che gli vengono dati. Grazie e calorosi saluti.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ci mancherebbe.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it