Utente 233XXX
Buongiorno, a mio padre, 66 anni (ed in cura da 10 anni per un'angioplastica coronarica) è stata trovata anni fa la condizione di mgus in zona beta tipo igg/k, con esami fino a 6 mesi fa tutti nella norma.
6 mesi fa la CM era di 1,26 g/dl (5 anni fa era di 1,45 ) e l'unico esame variato era l'esame urina estemporanea dove nel dosaggio delle proteine le K erano 11,5 e le lambda <4,50.
Ha ritirato le nuove analisi ieri dove nel dosaggio delle proteine urinarie le K sono 15 e le lambda <4,7, la CM è di 1,34 g/dl
La beta 2 microglobulina, creatinina, ldh nella norma ma in questi ultimi esami il medico non ha inserito l'emocromo.
L'aumento delle K nelle urine è un inizio di evoluzione in mieloma?
cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non vedo modifiche sostanziali del quadro patologico; i valori sono sostanzialmente gli stessi per cui continuerei a fare i controlli periodici ma senza allarmi
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 233XXX

Grazie per la risposta Dottore, il medico di base che controlla la situazione di mio padre (ma che non gli ha mai spiegato nulla!) lo ha inviato ad una prima visita ematologica che farà nei prossimi giorni con diagnosi "gammopatia con proteinuria BJ nelle urine".
Credo di averLe dato dei dati errati riguardo la CM: nell'elettroforesi del siero e proteine totali c'è (nell'elenco delle varie proteine con % e g/dl) BETA + CM 1,34 g/dl e 16% ma (come in tutti i precedenti esami) non viene riportato nel commento un quantitativo della CM.
Il medico non ha inserito in questi esami l'emocromo, che quindi gli ultimi dati risalgono a più di 6 mesi fa, nella norma con l'emoglobina sopra il limite minimo di range (ma ancora nella norma) e la comparsa di una lieve anisocitosi delle emazie.
E' possibile avere la comparsa di proteinuria BJ (che pare stia avanzando) in una mgus? O con la proteinuria di BJ non è più mgus?
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Io vedo una situazione analoga a quella di anni fa con una componente monoclonale che rimane al di sotto dei 3 gr/dl, sostanzialmente stabile nel tempo e il fatto che sia comparsa BJ non cambia il quadro. Da quanto scrive non sono presenti danni d'organo e gli altri valori di laboratorio sono nella norma. Si potrebbe fare al più un agoaspirato midollare per vedere se le plasmacellule midollari clanali sono al di sotto del 10 %; di questo ne parli con l'ematologo, ma senza allarmi
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 233XXX

Buongiorno Dottore, mio padre ha fatto la visita ematologica nel reparto specialistico in un grande ospedale milanese.
Riporto il referto (ma ho qualche dubbio da chiederLe):

Prima visita ematologica per MGUS
Anamnesi ematologica: dal 2008 anomalie all'EFS (CM non dosabile)
03/09/2013: EFS presenza di CM Iggk (non dosata) già nota, eU catene leggere Kappa 15.4, creatinina 1,11,Ldh 313, beta2microglobulina 2,0.
23/4/2013: Hb 14,6 g/dl, MCV 93,7 fl, Plt 257000/mmc, GB6610/mmc, nella norma FL, funzionalità epatica, renale, quadro lipidico.
Visita odierna: sta bene, nega disturbi.
Conclusioni: abbiamo valutato il quadro clinico-ematologico del paziente portatore di una componente monoclonale tipizzata IGGk già nota nel 2008.
Per maggior inquadramento diagnostico il paziente dovrà eseguire fra circa tre mesi i seguenti esami che saranno comparati con quelli in suo possesso:
emocromo con formula leucocitaria
biochimica epatica e renale
sodio, potassio,calcio
elettroforesi sierica con dosaggio proteine totali
dosaggio immunoglobuline igg, iga, igm
beta2microglobulina
proteinuria delle 24 ore con dosaggio
immunofissazione urine con dosaggio catene leggere (BJ)

A mio padre hanno detto che, valutando gli esami dell'EFS (così ha capito lui...) potrebbe esserci un errore di laboratorio, ma in suo favore...e gli fanno ripetere tutti gli esami per vedere cosa risulta al loro laboratorio.
Lo hanno tranquillizzato dicendogli che non ha nulla di preoccupante e che alla sua età è un quadro quasi "normale", diverso sarebbe stato se avesse avuto 30 anni.
Io Le chiedo: ma la comparsa della BJ non è sempre sintomo di evoluzione sfavorevole?
Può esserci un quadro tranquillo con un escalation al rialzo della BJ?
Grazie mille e cordiali saluti

[#5] dopo  
Utente 233XXX

Buongiorno Dottore, mio padre ha fatto la visita ematologica nel reparto specialistico in un grande ospedale milanese.
Riporto il referto (ma ho qualche dubbio da chiederLe):

Prima visita ematologica per MGUS
Anamnesi ematologica: dal 2008 anomalie all'EFS (CM non dosabile)
03/09/2013: EFS presenza di CM Iggk (non dosata) già nota, eU catene leggere Kappa 15.4, creatinina 1,11,Ldh 313, beta2microglobulina 2,0.
23/4/2013: Hb 14,6 g/dl, MCV 93,7 fl, Plt 257000/mmc, GB6610/mmc, nella norma FL, funzionalità epatica, renale, quadro lipidico.
Visita odierna: sta bene, nega disturbi.
Conclusioni: abbiamo valutato il quadro clinico-ematologico del paziente portatore di una componente monoclonale tipizzata IGGk già nota nel 2008.
Per maggior inquadramento diagnostico il paziente dovrà eseguire fra circa tre mesi i seguenti esami che saranno comparati con quelli in suo possesso:
emocromo con formula leucocitaria
biochimica epatica e renale
sodio, potassio,calcio
elettroforesi sierica con dosaggio proteine totali
dosaggio immunoglobuline igg, iga, igm
beta2microglobulina
proteinuria delle 24 ore con dosaggio
immunofissazione urine con dosaggio catene leggere (BJ)

A mio padre hanno detto che, valutando gli esami dell'EFS (così ha capito lui...) potrebbe esserci un errore di laboratorio, ma in suo favore...e gli fanno ripetere tutti gli esami per vedere cosa risulta al loro laboratorio.
Lo hanno tranquillizzato dicendogli che non ha nulla di preoccupante e che alla sua età è un quadro quasi "normale", diverso sarebbe stato se avesse avuto 30 anni.
Io Le chiedo: ma la comparsa della BJ non è sempre sintomo di evoluzione sfavorevole?
Può esserci un quadro tranquillo con un escalation al rialzo della BJ?
Grazie mille e cordiali saluti

[#6] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A questo punto c'è poca chiarezza; ripetete gli esami , come prescritto, e vediamo i risultati, ma senza allarmi
Un saluto

A. Baraldi

[#7] dopo  
Utente 233XXX

Buongiorno caro Dottore, aggiorno la situazione di mio padre:
ha eseguito la seconda visita ematologica con valutazione degli ultimi esami di 5 gg fa, in un altro laboratorio e con esami più approfonditi rispetto al solito laboratorio, Le riporto la sintesi fatta dall'ematologo:

Visita odierna: sta bene, nega disturbi. EFS presenza di CM IGGk 1.2 g/dl, gamma tot 0.3 g/dl, Iga 56, Igg 1417, Igm 27, Bence Jones +k, proteinuria 24h 0.24g, k/lambda 3.75, nella norma: PCR, beta2microglobulina, LHD, funzionalità epatica, renale, coagulazione , emocromo.
Conclusioni: visti esami con ipogammaglobulinemia e presenza di Bence Jones si programma diagnostica midollare per 27/2/2014 (mac 11) e si prescrive RX scheletro. Visita di controllo il 23/3/2014.

La CM in questi anni non era mai stata dosata, ma forse il laboratorio non lo ha mai fatto perchè non risultava mai nel commento "non dosabile". Ora sappiamo che è 1.2 g/dl.
Le catene libere nel siero non le ha mai eseguite, ora gli esami danno:

Immunofiss proteine (siero) CM tipizzata Iggk
Elettroforesi proteine (urine) albuminuria
Proteina di BJ (urine) presente di tipo k
Catene leggere libere nel siero:
s-catene k 20.93 mg/l (3.30-19.40)
s-catene leggere lambda 5.58 mg/l (5.71-26.30)
rapporto k/lambda 3.75
proteine urinarie 0.12 g/l (<0.15)
g/24h 0.24 (<0.14)

Vorrei chiederLe se, secondo il Suo parere, questa mgus ha un'evoluzione che sta avanzando verso il mieloma o è possibile che questa mgus rimanga tale anche con la comparsa della BJ? (che prima di settembre non c'era mai stata).
E' possibile avere una mgus che rimanga tranquilla (mi passi il termine) con BJ o la BJ è sempre sintomo di evoluzione maligna?
Grazie mille per La sua gentile e preziosa consulenza (visto che i medici che esaminano mio padre non spiegano assolutamente nulla).
Un caro saluto.


[#8] dopo  
Utente 233XXX

Buongiorno Dottore, nell'attesa di una Sua risposta devo porle un altro quesito per una cosa non chiara sugli esami di mio padre.
L'elettroforesi delle proteine sieriche ha come commento: presenza di componente monoclonale di tipo Iggk in zona Beta2
Componente monoclonale 1: 17.4 % 1.2 g/dl

Ho notato che i 1.2 g/dl della CM sono stati calcolati sulle proteine totali (che sono 6.90 g/dl) e non sulla frazione Beta2 che è 18.1 % delle proteine tot e 1.24 g/dl.
Ho letto su altri consulti sul sito che la percentuale della CM deve esser calcolata sulla frazione interessata (in questo caso Beta2) e non sulle proteine totali: in questo caso il valore della CM espresso in g/dl sarebbe 0.22.
Ho un pò di confusione...
Grazie mille
Un caro saluto

[#9] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La componente monoclonale rimane ben al di sotto dei 3 gr/dl con beta 2 ed altri analiti nella norma . Io ritengo che la situazione sia stabile anche se necessari controlli nel tempo , come prescritto. Le componenti monoclonali dovrebbero essere calcolate sulla frazione interessata , ma comunque, ripeto, non cisono , ad oggi, segni che possano fare pensare ad un'evoluzione in mieloma
Un saluto

A. Baraldi

[#10] dopo  
Utente 233XXX

Grazie mille della Sua risposta.
Nell'EFS la frazione beta2 è abbastanza al di sopra dei valori di norma: 18.1 % (3.2-6.5 %) mentre le gamma sono molto al di sotto dei valori: 4.4 % (11.1-18.8 %).
Le proteine Iga e Igm sono abbastanza sotto la soglia di range, mentre le Igg sono normali: è questa la ipogammaglobulinemia?
Può essere data da una cura che prevedeva anche di 10 gg di cortisone (appena conclusa prima di fare gli esami del sangue) per un'otite che ha risolto senza problemi o ha a che fare con la mgus?
Mi sembra di capire che il dato più importante è la quantità di CM, ma se viene calcolata (come nelle ultime analisi) sulle protali totali dovrebbe risultare più elevata rispetto al calcolo sulla frazione interessata.
Forse il vecchio laboratorio non la dosava perchè la calcolava sulla frazione e magari era bassa....
C'è differenza tra le due metodiche di calcolo .....
Un caro saluto

[#11] dopo  
Utente 233XXX

Buongiorno Dottore, mio padre ha fatto la nuova visita ematologica con il seguente referto:
27/2/2014: EFS CM iggk 1,2g/dl, Bence Jones negativa, proteinuria 24h 0,23g, k/lambda 4,97, uricemia7,5, altri esami nella norma.
Aspirato midollare: plasmacellule 5%, aumento dei mastociti, BOM: compatibile con mgus.
Si associa lieve infiltrato b-cellulare di significato negativo. Citogenetica: 45, x-y (8)/46, xy (10). IF: non plasmacellule. FISH: non eseguita.
13/3/2014: unica alterazione in: rx bacino e femori: discreta alterazione tendenzialmente osteolitica medio micronodulare di entrambi i colli dei femori e del 1/3 prossimale della diafisi femorale dx.
Conclusioni: esami stazionari, diagnostica midollare compatibile con mgus. Per alterazioni femorali si richiede controllo rx a distanza. moc e visita c/o centro osteoporosi.

Sembrano risultati confortanti per ora, la BJ per due volte era positiva ora è negativa, può comparire e poi scomparire??
Si rialza sempre il rapporto k/l nel siero, ha valore prognostico?
Fra quanto è bene fare i prossimi controlli?
Grazie e un caro saluto

[#12] dopo  
Utente 233XXX

Buongiorno Dottore, in aggiunta devo riportare, visionando gli esami che (oltre il nuovo aumento del rapporto sierico k/lambda a 4,97 e la scomparsa della BJ che mi lascia perplessa, non è che l'esame non è attendibile?):
le IGG sono scese a 1035 (sempre nei parametri) le IGA a 50 (ulteriormente sotto la soglia) e le IGM a 20 (ulteriormente sotto la soglia), quindi l'ipogammaglobulinemia persiste, anche se nel commento che Le ho sopra riportato l'Ematologa non le menziona.
Nell'aspirato midollare il "lieve infiltrato b-cellulare non è di significato negativo ma "reattivo".
Ripeterà gli esami del sangue e urine fra 3 mesi, con in aggiunta il controllo della triptasi.
Grazie della risposta e un caro saluto.

[#13] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Io concordo con quanto detto dai colleghi; ad oggi la situzione è stazionaria e si configura come MGUS da ricontrollarsi nel tempo
Un saluto

A. Baraldi