Utente 110XXX
Gentile dottore,
ho 71 anni e chiedo una risposta al mio problema. Nel febbraio 2008 è stato riscontrato un notevole aumento delle transaminasi(GOT 573 fino a 40,GPT 927 fino a 40),del ferro 227 fino a 170,della ferritina 1114 fino a 150 e della
HB GLICOSILATA 6.8 fino a 6.5. Di comune accordo con il medico ho smesso di prendere le pillole per la pressione e quelle per il diabete poichè tra gli effetti collaterali erano inclusi le epatiti e l'aumento delle transaminasi. Nel marzo 2008 è risultato:GOT 480,GPT 660,ferro 180 e ferritina 713. Ho fatto anche i markers epatite:sono risul.tati negativi tranne HAVAb-IgG.
Tra aprile e giugno 2008 i valori si sono normalizzati. Premetto non ho fatto nessuna cura.A marzo 2009,però,i valori sono di nuovo aumentati:
GOT 471,GPT 589,ferritina 484,HB GLICOSILATA 7.5,ferro 165.
Dall'ecografia è risultato: fegato a volumetria non aumentata a margini appena arrotondati ed a struttura esente da lesioni focali con pattern ecogeno aspecifico correlabile a lieve fibrosteatosi.Aerobilia nell'emisistema biliare dx e sx.Colecisti ablata.(nel 2002 ho subito una epaticodigiunostomia. Colecistectomia.In più ho avuto una trasfusione di sangue. Il mio medico ha deciso di farmi fare ulteriori analisi e una colangio RM.
Ringranzio in anticipo per la risposta

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Concordo con il suo medico ed aggiungerei, anche se il fegato non risulta aumentato di volume, due esami che sono: 1) quota di saturazione della transferrina 2) ricerca di mutazione del gene HFE. Ne parli con il suo medico
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 110XXX

Gentile dottore,
ho parlato con il mio medico il quale sostiene che la quota di saturazione della transferrina e la ricerca di mutazione del gene HFE siano due esami non necessari.
Non sono d'accordo.Dalle varie ricerche effettuate,ho potuto rilevare che essi sono importanti,essenziali.
Vuole farmi sottoporre ad una biopsia epatica(cosa che vorrei evitare),senza ancora aver letto l'esito della colangio RM.Gli esami da lui richiesti sono:
Biliburina totale e frazionata,GOT,GPT,gGT,Fosfatasi alcalina,sideremia,ferritina,VES-PCR,ANA,AMA,ASMA,AFP,
CA19-9,CEA,TPA,IgG,IgA,IgM,Proteinuria di Bence-Jonce.
Oltre a questi,alla quota di saturazione della transferrina e all'analisi molecolare del gene HFE(che farò),cosa mi consiglia di aggiungere?
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Vanno bene quelli che le sono stati prescritti
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 110XXX

Dalle analisi è risultato:
Valori di riferimento
Transferrina 263 200-375
%di saturaz 36% 15-33
Ferritina 158 13-150
Sideremia 119 50-140
VES 20 1-15
GOT 32 0-31
GPT 25 0-31
gGT 15 5.0-36.0

Emocromo
i volori non normali sono:
MCHC 32.4 32.7-35.6
Leucociti 3.9 4.3-10.0
Piastrine 128 130-400
Neutrofili 1.9 2.10-6.10

Quale può essere il motivo di questi valori dell'emocromo bassi?

ANA,AMA,ASMA Negativi
Biliburina totale e diretta,fosfatasi alcalina,IgG,IgA, IgM,PCR,CEA,AFP,TPA,CA 19-9 valori nella norma.

Mutazione del gene HFE:Il test ha evidenziato la presenza di una mutuazione H63D a carico del gene HFE in eterozigosi.
Colangio:Si segnalano solo una voluminosa cisti(8cm)del rene sx,una polilobulata di 2,5 cm a dx ed un paio bilaterali di più piccole dimensioni a prevalente contenuto emorragico.
Mi è stato consigliato:
visita ematologica per eventuale ciclo di salassoterapia
visita diabetologica per trattamento insulinico

[#5]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Generalmente la sola mutazione H63D non determina accumulo di ferro. Oggi i suoi valori, tranne una percentuale di saturazione lievemente al di sopra del range di normalità, sono sostanzialmente normali. Le consiglio, comunque , di effettuare la visita diabetologica che le è stata prescritta
Un saluto

A. Baraldi