Utente 550XXX
Salve, da una visita di controllo a seguito di un evidende perdita di peso e tono muscolare, e defecazione molle talvolta a diarrea, soggetto maschio, età 60, fumatore, bicchiere di vino a pranzo e cena (da 2 mesi eliminati del tutto), risulta avere i seguenti valori sballati dalle analisi del sangue. Sono state ripetute più di una volta. Tutti gli altri sono in regola.
GOT 246
GPT 667
Bilirubina: totale 4 diretta 2.8 indiretta 1
Gamma G.T 213
Fosfatasi alcalina 570
sideremia 236
FT3 10
FT4 32
TSH 0.05
Ematologici: solo i monociti leggermente alti a 14
Markers Epatite e tumorali negativi
Ecografia: Prostata leggermente ingrossata Fegato nella norma Tiroide non effettuata ancora.
Salute generale apparentemente buona. Occhi giallastri. Buon appetito. Vita normalmente impegnata.

Il caso sembra essere complesso, in quale direzione portano questi sintomi? Giusto x essere incanalato in una direzione e considerando anche le alternative meno belle. Grazie dell'aiuto

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore dalle analisi che lei presenta è evidente che lei ha una epatite non legata a virus (negativi i markers), ne a steatosi (fegato non grasso). La bilirubina è elevata rispetto agli altri esami del fegato e questo indica che non ci sono fenomeni ostruttivi. La diagnosi è quindi epatite di ndd (valutare l'epatite autoimmune), che richiede una visita epatologica ed una eventuale biopsia se non si identifica la causa tossica. Lei soffre poi di ipertiroidismo e quindi questo richiede una visita endocrinologica dopo aver eseguito l'ecografia tiroidea. Mi faccia sapere. Cari saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#2] dopo  
Utente 550XXX

Sono in attesa di questa ecografia alla tiroide.
C'è un particolare però che volevo sottoporre alla sua analisi. Il dimagrimento è iniziato a marzo. A giugno continuando gli episodi di defecazione molliccia ho eseguito le analisi del sangue e i valori erano tutti buoni, a parte quelli della tiroide che non avevo eseguito.
Ad ogni modo ho tagliato di tronco il vino per chè pensavo che la diarrea fosse legata a quello e ho preso degli integratori di fermenti per l'intestino. Circa una settimana dopo i valori del fegato sono schizzati in alto come quanto sopra e ad oggi sono ancora tali. vino non ne bevo proprio più.
Può darsi che un fisico abituato da 40 anni a bere vino ogni giorno abbi avuto una specie di "esplosione" non saprei come definirla? Come può essere che in 1 settimana i valori schizzano a 246 667 570 etc.?

[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signore l'apparenza è che lei abbia avuto un fenomeno infiammatorio acuto a carico del fegato e tale fenomeno persiste. Se la causa è l'abuso alcolico (da dimostrare) se lei ha smesso di bere da mesi si dovrebbe rilevare un leggero miglioramento della situazione. quindi è presente un tossico virale, farmacologico o altro che agisce sul suo fegato. per questo ritengo che sia utile pensare ad una biopsia. Se il problema intestinale è iniziato a marzo con il calo ponderale (quindi con un malassorbimento intestinale) è possibile che il processo infiammatorio sia partito dall'intestino e passato successivamente al fegato. Sono solo supposizioni. Chieda al suo medico di base di consigliarle un epatologo che possa fare al caso suo. (per esempio il Centro delle malattie del fegato del Prof. Antonio Ascione con il Dott.Picciotto uno dei suoi aiuti) presso il Cardarelli di Napoli. Cordiali saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena