Utente 441XXX
Buongiorno,
ho 30 anni e soffro di ovaio policistico.
Da 5 anni assumo Lutenyl e Chirofol (quest'ultimo assunto quotidianamente).
La terapia indicata dall'endocrinologo prevede di diminuire gradualmente il numero di compresse di Lutenyl mensili controllando l'andamento del ciclo.
La cura ha dato buoni risultati, regolarizzando e stimolando il ciclo naturale tanto da permettermi di avere un bimbo 15 mesi fa.
Le analisi (LH, TSH, FSH, insulina, prolattina, glucosio) sono nella norma, non sono sovrappeso e l'unico valore che negli anni è risultato essere alto è l'androstenedione (attualmente il valore è alto ma nei limiti della norma).
Il ciclo però è tornato a non essere regolare e ho dovuto riprendere l'assunzione di Lutenyl. Che effetti collaterali ha assumerlo per lungo tempo?
Sento molto parlare di Metformina, nel mio caso è da preferire rispetto al Lutenyl?
Ringrazio molto fin d'ora per il riscontro.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Francesco Ciociola

28% attività
4% attualità
12% socialità
ISOLA DI CAPO RIZZUTO (KR)
MILANO (MI)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
gentile signora,
la terapia eseguita con lo specialista è stata impostata probabilmente per equilibrare al meglio il suo profilo ormonale compatibilmente con la sua età visto che è in età riproduttiva e difatti ha realizzato il suo progetto riproduttivo. la alternativa con la metformina trova il suo razionale nella Pcos per contrastare l insulino resistenza che tipicamente si associa al sovrappeso e all obesità ma può essere anche nei soggetti magri...chiaramente si tratta di un profilo metabolico che può anche prescindere dal peso specie in presenza di Pcos.
la terapia in corso attuale deve esser valutata anche sulla base di eventuali futuri progetti riproduttivi.
cordiali saluti
Dr. francesco ciociola