Utente 464XXX
Buongiorno Dottori
Mia madre, dopo un ictus ischemico avvenuto un anno fa, è stata in cura con anticoagulante (Eliquis 5mg) e Cordarone fino ad aprile 2018.
Dagli esami del sangue svolti ad aprile 2018 è emerso che i valori di TSH erano notevolmente diminuiti, passando da valori normali del 2017 a 0.04 μUI/mL (valori considerati normali tra 0.35 - 4.94). Di conseguenza, il cardiologo ha sostituito il Cordarone con la Flecainide.
A distanza di 5 mesi dall'interruzione del Cordarone, il TSH è ancora molto basso.

Di seguito le analisi fatte qualche giorno fa:

FT3 2.45 pg/mL (1.71 - 3.71)
FT4 1.25 ng/dL (0.7 - 1.48)
TSH 0.04 * μUI/mL (0.35 - 4.94)
Ab anti-Tireoperossidasi 0.3 UI/mL (0 - 5.6)

Marcatori di Replicazione Cellulare
Calcitonina < 1.00 pg/mL ( < 10)

Di seguito il referto dell'ecografia tiroidea:
"Esame invariato rispetto al precedente controllo ecografico.
Tiroide in sede di dimensioni ai limiti superiori della norma. Si osservano multipli noduli solidi isoecogeni, contenenti micro lacune colloidali. Assenza di linfonodi tracheo cervicali".

Poiché l'ecografia tiroidale è rimasta invariata rispetto a un anno fa (quando tutti i valori della tiroide erano normali), è possibile che il TSH sia ancora così basso solo a causa del Cordarone, anche a distanza di 5 mesi dall'interruzione della somministrazione?
Oppure è necessaria una cura anche per la tiroide?

Vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Giandomenico Mascheroni

24% attività
4% attualità
0% socialità
CARNAGO (VA)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Buon giorno. L'amiodarone è un farmaco che ha come caratteristica una imposrtantissima lipofilia vale a dire la capacità di rimanere nei tessuti molto a lungo. Aspetterei ancora qualche mese prima di rivalutare il tutto.
Dr. Giandomenico Mascheroni, MMG ed Endocrinologo
- Carnago prov . VARESE -
agenda:
https://www.clickdoc.it/prenota-visita/38687/giandomenico