Digestione lentissima

Buona sera il problema è il seguente:Mia madre è costretta a mangiare una volta al giorno ,di solito pranza verso le 13.00 e da li in poi impiega circa 16 ore per digerire un semplice piatto di pasta facendo continui rotti grossi dal momento in cui mangia fino alle 6-7 di mattina del giorno dopo,questo significa che lei non riesce a dormire perchè si sente lo stomaco pieno come se avesse mangiato un pollo intero e deve fare questi rotti fino a che non ha finalmente digerito il pasto, per poi mettersi a dormire dalle 7 di mattina all'ora di pranzo.Non può cenare perche ancora deve digerire il pranzo.Ha fatto tutti gli analisi tra cui ragggi con quel liquido bianco che si deve digerire :questo liquido bianco lei l'ha digerito in 1 o 2 giorni non ricordo bene e il radiologo gli ha detto di trovarsi un buon gastroentrologo sempre se sia in grado a risovere questo problema . Problema ha portato a mia madre un'indebolimento fisico generale sballando tutti gli orari del sonno ecc.Qualcuno di voi è in grado di aiutarmi a capire se si può fare qualcosa?
[#1]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 6.7k 204 65
Gentile signore,
il consiglio del radiologo mi sembra appropriato e di assoluto buon senso: si sottoponga a visita specialistica gastroenterologica.
Cordiali saluti.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2]
dopo
Attivo dal 2008 al 2021
Ex utente
Ma come faccio a sapere dsa chi posso andare?lo so che qui non si possono fare nomi...,ma vi è mai capitato un problema simile a voi?ditemi qualcosa di più per favore,qui si tratta della vita di una persona che sta malissimo e piange tutto il giorno e le notti
[#3]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 6.7k 204 65
Gentile signore,
ha tutta la mia comprensione per la sofferenza della paziente e desidererei che riuscisse a risolvere il problema in tempi brevi.
Purtroppo in medicina non c'è una scorciatoia che assicuri una soluzione efficace che permetta di saltare la conoscenza diretta - attraverso la visita - della paziente. Non è possibile elaborare una ricetta immediata che possa scaturire dalla comunicazione virtuale, queto è il limite della consulenza online.
Saremo volentieri a sua disposizione per ogni chiarimento necessario dopo la definizione diagnostica su quanto dovesse risultare poco comprensibile, altresì potremo fornirle una opinione sull'opportunità e i risulltati di eventuali indagini strumentali proposte e effettuate.
Al momento, la cosa da fare per aiutare la paziente, è indirizzarla a visita medica.
Il suo medico curante potrà indicarle la struttura pubblica più vicina alla sua residenza che abbia l'attività ambulatoriale specialistica di gastroenterologia.
Cordiali saluti.